Borsa: Europa brinda a tassi Cina e vendite Gb, Milano +1,8%

Borsa: Europa brinda a tassi Cina e vendite Gb, Milano +1,8%
di Ansa

(ANSA) - MILANO, 20 MAG - Consolidano il rialzo le principali borse europee dopo 3 ore di scambi. I listini sono spinti dall'inatteso ribasso del tasso cinese Lpr a 5 anni deciso da Pechino per rilanciare l'economia dopo il Covid e dal rialzo dell'1,4% delle vendite al dettaglio in Gran Bretagna in aprile. Attesa nel pomeriggio la fiducia dei consumatori dell'Ue, mentre è scesa quella del Regno Unito. Proprio Londra (+1,85%) guida i rialzi insieme a Milano (+1,8%), seguite da Francoforte (+1,73%), Madrid (+1,33%) e Parigi (+1%). Sale a 198 punti il differenziale tra Btp e Bund decennali tedeschi, con il rendimento annuo italiano in crescita di 5,9 punti al 2,954%. Immobile da stamane a 111,65 dollari al barile il greggio Wti (-0,5%), mentre salgono i metalli a partire dal nichel (+7,92% a 28.231 dollari la tonnellata). Il ferro guasagna il 3,38% a 827 dollari la tonnellata e l'acciaio l'1,99% a 4.611 dollari la tonnellata. In rialzo l'oro (+0,97% a 1.846,53 dollari l'oncia). Debole il gas (-1,78% a 89,4 euro al MWh i futures su giugno), come di consueto quando si alzano le temperature in Europa. In luce gli automobilistici Stellantis (+4,4%), Renault (+4,08%), che studia veicoli ibridi a idrogeno, Ferrari (+3,6%) e Mercedes (+2,78%). Nella mattinata Citi ha riportato segnali di ottimismo sulla ripresa del settore da parte del direttore finanziario di Valeo (+6%) Robert Charvier nel corso di un incontro con gli analisti. Proseguono gli acquisti sui petroliferi Eni (+2,2%), Galp (+1,95%), Bp (+1,85%), Shell (+1,67%) e TotalEneregies (+1,34%) su ipotesi di ulteriore ascesa dei prezzi del greggio. I conti di Richemont (-12,27%), con l'utile operativo inferiore alle stime degli analisti e le preoccupazioni del presidente Johann Rupert per il "quadro globale più instabile da diversi anni a questa parte", frenano il comparto del lusso, da Hermes (-1,8%) a Lvmh (-1,27%), da Hugo Boss (-1,96%) a Swatch (-1,87%). Acquisti sui produttori di semiconduttori Ams-Osram (+2,66%), Infineon (+1,94%) Asml (+1,87%) ed Stm (+1%). Bene i bancari Hsbc (+2,74%), Barclays (+2,2%), SocGen (+2,1%), Bnp (+1,52%) e Commerzbank (+1,3%). In Piazza Affari salgono Intesa (+1,28%), e Bèer ((+0,9%), più caute Banco Bpm (+0,5%) e Unicredit (+0,3%). (ANSA).