Bce, De Guindos: frenata crescita e inflazione richiedono cautela

Bce, De Guindos: frenata crescita e inflazione richiedono cautela
di Askanews

Roma, 11 feb. (askanews) - L'economia dell'area euro si è dimostrata più debole del previsto negli ultimi mesi e la Bce si attende che questa moderazione si trascini nel breve termine. Inoltre l'inflazione si è a sua volta moderata, a riflesso dei cali dei prezzi dell'energia ed "è probabile che si attenui ulteriormente nei mesi a venire", ha affermato il vicepresidente della Bce, Luis de Guindos, intervenendo alla Deusto Business School di Madrid. Un quadro che richiede "cautela", ha avvertito.Persistono comunque dei "solidi fattori di tenuta" che dovrebbero sostenere la dinamica dei prezzi e la sua convergenza stabile verso i livelli obiettivi della Bce: De Guindos ha citato le condizioni finanziarie favorevoli, i progressi del mercato del lavoro, i rialzi dei salari e gli effetti sulla crescita degli stessi cali dei prezzi dell'energia."Controlliamo continuamente che l'inflazione stia convergendo verso i nostri livelli obiettivo, che sono - ha ricordato l'esponente della Bce - inferiore ma vicina al 2 per cento in maniera sostenibile". Al direttorio di gennaio è stato deciso di mantenere la rotta attuale della politica monetaria, che prevede il mantenimento di un significativo livello di stimolo, ma "abbiamo anche riconosciuto che la persistente incertezza e i segni di crescita più debole del previsto richiedono cautela".