Alitalia, Atlantia scende in campo: pronta ad approfondire il piano. Dato mandato al ceo Castellucci

Alla fine anche Atlantia entra in partita a 4 giorni dalla scadenza del 15 luglio. Ma sullo sfondo resta il nodo Autostrade. Salvini: "In gioco 11.000 posti di lavoro".

Aereo Alitalia (Ansa)
Aereo Alitalia (Ansa)
TiscaliNews

Alla fine anche Atlantia entra in partita e a quattro giorni dalla scadenza del 15 luglio per presentare le offerte vincolanti per Alitalia, ha deciso di approfondire il piano della compagnia, facendo preludere ad una sua discesa in campo a tutti gli effetti per il rilancio del vettore nazionale.

"Atlantia in Alitalia? È partner industriale serio" . Così in un tweet Matteo Salvini, in cui sottolinea anche che il traffico aereo è "fondamentale" per un Paese l'Italia che ha "nel turismo le sue risorse principali" e che "ci sono in gioco 11.000 posti di lavoro".

Il nodo Autostrade

Ma sullo sfondo resta il nodo Autostrade e soprattutto il conto alla rovescia per una decisione finale, che il vicepremier Luigi Di Maio ha ribadito a tarda sera ai suoi, deve arrivare entro il 15 luglio, con un deciso pressing sulla società controllata dai Benetton. "Atlantia comunica che il Cda della società preso atto dell'interesse della società controllata Aeroporti di Roma per una compagnia di bandiera competitiva e generatrice di traffico, ha dato mandato al Ceo Giovanni Castellucci di approfondire la sostenibilità ed efficacia del piano industriale relativo ad Alitalia", afferma il gruppo in una nota, specificando che riferirà in una prossima riunione per "le opportune valutazioni". Nel frattempo il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha detto che confida di poter "rispettare" il termine e "tutto il governo è proteso verso una soluzione che sia di mercato e industriale".

Il quarto socio

Il quarto socio dovrà mettere almeno 300 milioni, pari a circa il 40% del capitale, per completare la cordata Fs-Mef-Delta e far decollare la Newco. Sembrano definitivamente tramontate le aspirazioni dell'imprenditore colombiano German Efromovich e del presidente della Lazio Claudio Lotito, a cui Delta avrebbe chiesto come garanzia, secondo indiscrezioni, addirittura la stessa squadra di calcio. La compagnia americana proprio oggi ha annunciato risultati record per il secondo trimestre, con un utile salito a 1.443 miliardi di dollari, in crescita del 39,3% rispetto allo stesso periodo del 2018. Atlantia potrebbe entrare in Alitalia da sola oppure con il gruppo Toto, ancora in partita, e con una quota paritaria.