Al via cashback sui pedaggi della rete di Autostrade per l'Italia

di Askanews

Roma, 15 set. (askanews) - E' attivo il servizio di cashback del pedaggio autostradale di Autostrade per l'Italia nei casi di ritardi generati da cantieri per lavori sulla rete gestita dalla società. Il cashback è accessibile grazie alla app di Free To X che è già disponibile su tutti gli store per dispositivi Android e IOS. L'applicazione gratuita, dopo un periodo di test portato avanti nei mesi estivi, è aperta ora a una fase sperimentale (fino al 31 dicembre) per l'utilizzo di massa, indipendentemente dalla classe di veicolo e dal mezzo di pagamento utilizzato. Durante tale fase i rimborsi saranno accumulati e gli accrediti verranno erogati a partire dal gennaio prossimo sul proprio conto corrente o, per quanto riguarda gli operatori di telepedaggio, secondo modalità in corso di definizione, per tutti i transiti effettuati a partire dal 15 settembre. Come funziona l'app lo spiega Massimo Iossa, direttore generale Free To X:"Una volta scraicata l'app, il cliente dovrà scegliere se paga in contanti oppure se ha dispositivi di telepedaggio, questa è la prima scelta. Una volta fatta questa scelta dovrà inserire pochi dati, quindi la sua anagrafica e la targa del veicolo e al quel punto potrà inoltrare richiesta nel caso ad esempio in cui è un cliente che paga con carte o contanti. Come si fa la richiesta: deve fare la foto al casello, allo scontrino del transito, la foto la fa direttamente in app, a quel punto l'app riconosce il transito, viene inviato ai sistemi centrali e nell'arco di 24-48 ore avrà la risposta sulla sua richiesta".Il nuovo servizio è un ulteriore tassello del Piano strategico di trasformazione di Autostrade per l'Italia, come conferma l'amministratore delegato, Roberto Tomasi: "Direi un tassello estremamente importante per il nostro piano industriale che oltre all'ammodernamento del sistema infrastrutturale, prevede un grande investimento su tutta la parte di digitalizzazione e quello che abbiamo pensato qualche anno fa sta diventando realtà. E' un primo passo, abbiamo pianificato una serie di servizi importanti per la gestione della mobilità dei nostri utenti e come abbiamo detto più volte dobbiamo anche uscire dal sistema autostradale perché riteniamo che sia importante la gestione del door to door in modo tale che i nostri utenti possano avere la migliore esperienza di viaggio".Il cashback potrà essere riconosciuto già per itinerari brevi, a partire da 15 minuti di ritardo, consentendo l accesso a rimborsi dal 25% al 100% del pedaggio, sulla base del tempo effettivo di viaggio e sulla lunghezza del percorso effettuato.