Tiscali.it
SEGUICI

[La storia] Un fondo indiano potrebbe salvare Pernigotti, ma i turchi non vogliono cedere il marchio

Non c’è pace per l’azienda dolciaria di Novi Ligure. Ancora incertezza sul futuro di oltre 100 dipendenti

Michael Pontrellidi MP   
[La storia] Un fondo indiano potrebbe salvare Pernigotti, ma i turchi non vogliono cedere il marchio

Novità importante per i lavoratori Pernigotti dello stabilimento di Novi Ligure, chiuso lo scorso autunno dopo 158 anni di attività: un fondo indiano, basato in Svizzera, sarebbe pronto a rilevare il 51% della società ora in mano ai fratelli turchi Toksoz. La manifestazione di interesse ha fatto seguito a quella della cremonese Sperlari.

A Novi Ligure la produzione per l'Europa e l'America 

L’operazione del fondo indiano  con base a Zurigo (di cui fanno parte ben 1200 aziende) consentirebbe di salvare le attività dello stabilimento italiano. A Novi Ligure infatti continuerebbe la produzione destinata all’Europa e al mercato americano. In Turchia invece ci sarebbe quella destinata al mercato asiatico.

I turchi vogliono tenersi il marchio 

Secondo le indiscrezioni di stampa i rappresentanti del fondo indiano avrebbero già incontrato più di una volta quelli della proprietà turca e avrebbero anche visitato lo stabilimento. La trattativa procede ma è ancora presto per dire se giungerà a buon fine. Il motivo è semplice: i fratelli Toksoz più volte hanno dichiarato di voler cedere lo stabilimento e la produzione a terzi ma non il marchio. 

L'intervento a gamba tesa di Di Maio

Prospettiva che già dallo scorso autunno ha fatto scendere in campo il governo italiano. "Non è accettabile che si venga in Italia, si prenda un'azienda come la Pernigotti, si acquisisca il marchio, si cambino 5 manager in 5 anni e poi si dica: scusate le cose non vanno bene ci teniamo il marchio e molliamo la gente" ha dichiarato il ministro dello Sviluppo, Luigi Di Maio, prima di annunciare il varo di un legge che punta a tutelare i marchi italiani al loro territorio.

Di Maio con i lavoratori della Pernigotti

Destino dei lavoratori di Novi Ligure appeso a un filo 

In attesa che giunga a compimento la nuova norma sulla tutela del made in Italy continua però a giocarsi la partita attorno al marchio Pernigotti. Match dal cui esito dipende il futuro di oltre 100 lavoratori. La speranza è che prevalga il buon senso e che si giunga ad una soluzione che possa accontentare tutti gli interessi in gioco, compreso quelli dei lavoratori di Novi Ligure

 

 

 

 

 

 

 

Michael Pontrellidi MP   
I più recenti
Borsa:Nikkei a Tokyo scivola di oltre il 2% dopo calo a Ny
Borsa:Nikkei a Tokyo scivola di oltre il 2% dopo calo a Ny
Giorgetti al G20 incontra la Banca mondiale e con Panetta l'Fmi
Giorgetti al G20 incontra la Banca mondiale e con Panetta l'Fmi
Giorgetti e Panetta presiedono il G7 sulle Finanze a Rio
Giorgetti e Panetta presiedono il G7 sulle Finanze a Rio
Zes, l'ira delle imprese. Fitto, le Entrate sbagliano
Zes, l'ira delle imprese. Fitto, le Entrate sbagliano
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...