Tiscali.it
SEGUICI

[La storia] Pensioni quota 100: rischio fuga all'estero. Ecco i paradisi fiscali per i pensionati

I pensionati italiani attratti da altri paesi che offrono agevolazioni fiscali sono più di 400 mila con un export di risorse che si aggira sul miliardo di euro

Michael Pontrellidi Michael Pontrelli   
[La storia] Pensioni quota 100: rischio fuga all'estero. Ecco i paradisi fiscali per i pensionati

L’introduzione di quota 100, voluta fortemente da Matteo Salvini, ha fatto felici non solo i lavoratori italiani vicini alla pensione ma anche alcuni Stati europei che da anni ormai si sono specializzati nell’intercettazione dei pensionati degli altri paesi. Una attività che fa bene all’economia locale e che da alcuni economisti viene ormai chiamata come la silver economy. Un business che potenzialmente vale circa 400 miliardi di euro l'anno, ovvero il giro di affari generato dai pensionati europei.  

Tasse azzerate per attirare i pensionati 

In prima fila nello sfruttamento della silver economy ci sono i Paesi con il costo della vita più basso. Ma la leva scelta per attrarre i pensionati è quella leva fiscale. Da anni il Portogallo, la meta preferita dagli italiani, ha deciso di detassare per dieci anni le pensioni dei cittadini stranieri che decidono di trasferire la residenza lì. Per non pagare tasse sull’assegno pensionistico è sufficiente vivere in Portogallo sei mesi più un giorno all’anno o avere un regolare contratto di locazione annuale. La decisione del governo portoghese ha suscitato la reazione dei pensionati locali che le tasse continuano a pagarle. Ma l’esecutivo lusitano è stato bravo a dimostrare i benefici economici (sia per i privati che per le casse dello Stato) dell’arrivo di migliaia di pensionati stranieri. Redditi che fanno girare l’economia perché ovviamente i pensionati consumano beni e servizi e dunque spendono.

Non solo il Portogallo 

L’esempio del Portogallo è stato seguito da altri paesi europei come la Bulgaria, la Romania che ugualmente hanno deciso di detassare le pensioni degli stranieri che decidono di andare a vivere lì. Trattamenti favorevoli sono stati introdotti anche da Cipro, dalla Spagna, dalla Croazia e da paesi che stanno fuori dalla Ue ma sono geograficamente vicini come la Turchia e la Tunisia.

La mossa del governo gialloverde

Da tempo l’Inps ha lanciato l’allarme sulla fuga dei pensionati italiani all’estero. Sono oltre 400 mila ed esportano 1 miliardo di euro l’anno. Consapevole del fenomeno il governo gialloverde ha provato a reagire introducendo nella legge di Bilancio una imposta agevolata del 7% sui redditi di fonte estera, di qualunque categoria, per 5 anni. Unico vincolo presente è quello di trasferire la residenza nelle regioni del Sud Italia  e in comuni con meno di 20 mila abitanti. 

L'iniziativa di Fluminimaggiore 

E  affianco al tentativo del governo incominciano ad arrivare anche altre iniziative dedicate appositamente alla terza età, come quella del comune sardo di Fluminimaggiore, nel Sulcis-Iglesiente, che punta a diventare una residenza diffusa per pensionati europei. “L'idea – ha spiega il sindaco Marco Corrias – è coinvolgere i proprietari delle case e tutti gli abitanti per assicurare strutture ricettive e servizi per la terza età”. Un modo per provare a contrastare la crisi economica e lo spopolamento che da tempo affligge questo piccolo centro ex minerario che conta su un patrimonio naturalistico unico al mondo fatto di spiagge e montagne incantevoli.

Fare sistema per fare bene nella silver economy 

La sfida di Fluminimaggiore è ambiziosa ma se in Portogallo ha avuto successo la regione dell’Algarve non si capisce perché non possa farcela il Sulcis Iglesiente. Ovviamente però il sindaco Corrias non può essere lasciato solo in una impresa che al momento appare titanica. Serve il coinvolgimento di tutte le istituzioni e la consapevolezza che la silver economy è un tesoro che non può essere lasciato in mano solo agli altri paesi del Sud Europa.

Michael Pontrellidi Michael Pontrelli   
I più recenti
Il rigassificatore di Ravenna sarà in funzione dal primo aprile 2025
Il rigassificatore di Ravenna sarà in funzione dal primo aprile 2025
Francia, Fmi stima aumento debito-Pil e chiede sforzi risanamento
Francia, Fmi stima aumento debito-Pil e chiede sforzi risanamento
Federalberghi Eolie, cassa integrazione a stagionali turismo
Federalberghi Eolie, cassa integrazione a stagionali turismo
Nel Lazio 200 lavoratori Euronics a rischio licenziamento
Nel Lazio 200 lavoratori Euronics a rischio licenziamento
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...