Tiscali.it
SEGUICI

[L’analisi] L’assurda vendetta di Luca Traini sugli immigrati per l’omicidio di Pamela

L’autore della tentata strage era un candidato leghista ma se la Lega di Umberto Bossi nacque con valori antifascisti, quella di Matteo Salvini sembra una formazione politica senza valori

Il manifesto elettorale della Lega Nord per le lezioni amministrative del 2017 a Corridonia, nelle Marche (Ansa)
Il manifesto elettorale della Lega Nord per le lezioni amministrative del 2017 a Corridonia, nelle Marche (Ansa)

Forse non era solo, Luca Traini. In macchina con lui potrebbero esserci stati dei complici. Saranno le indagini ad accertarlo. È successo da troppo poco tempo per avere il quadro completo. Gli elementi finora ricostruiti sono però di per sé sufficienti a preoccuparci. Un ragazzo di 28 anni apre il fuoco contro bersagli di “colore”. Ne ferisce almeno quattro. Si avvolge in una bandiera italiana, fa il saluto romano e grida “W l'Italia” prima di essere ammanettato.

Candidato di Salvini

Per dovere di cronaca va segnalata la sua presenza nelle comunali del 2017 in una lista della Lega di Matteo Salvini alle comunali di Corridonia (prese zero preferenze).
Colpisce un altro episodio analogo a quello di Macerata, avvenuto sei anni e passa fa a Firenze. Lo ricorda una lapide nel capoluogo toscano, in piazza Dalmazia: «A ricordo di Diop Mor e Samb Modou, vittime della follia razzista».
Era la mattina del 13 dicembre del 2011 quando Gianluca Casseri, simpatizzante di Casapaound, aprì il fuoco contro i senegalesi. Ne uccise due, ne ferì altri due prima di suicidarsi. Non c'era un movente specifico come parrebbe esserci a Macerata, Casseri uccise solo perché migranti neri.

Follia razzista

“Follia razzista” ricorda il comune di Firenze su quella lapide di piazza Dalmazia. Dunque, anche per Macerata possiamo parlare di “follia razzista”?
Ho sempre avuto una difficoltà personale nel cercare di capire le ragioni di un omicidio, nel comprendere la possibilità che una mente “malata” possa uccidere e che di questo se ne debba tenere conto. Ho una difficoltà culturale a capire cosa spinge un essere “normale” a uccidere, avendo invece ben chiaro (senza per questo giustificarlo) l'omicidio come strumento di risoluzione dei conflitti interni a una organizzazione criminale. E l'omicidio come strumento di lotta politica (Nel caso del terrorismo).

I valori della Lega

Lasciamo da parte il giudizio morale, etico, religioso. E non posso tirare un sospiro di sollievo solo perché gli assassini di Firenze e Macerata sono cresciuti in un ambiente politico di estrema destra, anche se la candidatura di Luca Traini, 28 anni, nella lista della Lega per le comunali di Corridonia segnala una novità. La Lega di Umberto Bossi nacque con valori antifascisti, la Lega di Matteo Salvini sembra una formazione politica senza valori.

La vendetta per l’omicidio di Pamela

A Macerata il movente potrebbe essere quello della ritorsione, della vendetta contro gli immigrati perché sarebbe nigeriano il macellaio che ha squartato Pamela, e che abitava proprio nel quartiere dove è entrato in azione Luca Traini.
Ma detto tutto questo, dovremmo interrogarci tutti sul clima parossistico contro i migranti che da destra ma anche da sinistra sta minando alle basi la convivenza democratica.
Il disagio mentale di alcuni (poco importa se si tratta di estremisti di destra) trova un terreno fertile per azioni violente da un clima di intolleranza contro i migranti, i “diversi”. Sono cadute le barriere ideologiche e la cultura della convivenza civile, del rispetto degli altri. Cos'è se non anche questo la violenza contro le donne?

Guido Ruotolodi Guido Ruotolo, editorialista e giornalista d’inchiesta   
I più recenti
Bambina di 5 anni annega nella piscina di un hotel
Bambina di 5 anni annega nella piscina di un hotel
Saviano contestato a Varese, 'lo prendo come un benvenuto'
Saviano contestato a Varese, 'lo prendo come un benvenuto'
Operaio Arif morto, tre indagati per omicidio colposo a Brindisi
Operaio Arif morto, tre indagati per omicidio colposo a Brindisi
Cade per dieci metri in un burrone in montagna, soccorsa
Cade per dieci metri in un burrone in montagna, soccorsa
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...