Tiscali.it
SEGUICI

Uccise il figlio in Umbria, in appello esclusa la premeditazione

di Ansa   
Uccise il figlio in Umbria, in appello esclusa la premeditazione

(ANSA) - PERUGIA, 28 FEB - Per la Corte d'assise di appello di Perugia non c'è stata premeditazione da parte di Katalina Erzsebet Bradacs che nell'ottobre 2021 uccise a coltellate il figlio di due anni, a Pò Bandino di Città della Pieve, per poi entrare in un supermercato chiedendo aiuto e adagiando il corpo del bambino sul nastro trasportatore alla cassa. Ha quindi ridotto da 20 a 16 anni di reclusione la condanna alla donna per la quale sono stati disposti anche tre anni da trascorrere in una struttura psichiatrica.

Katalina Erzsebet Bradacs, ungherese di 44 anni, era stata condannata dai giudici di primo grado a 20 anni di carcere, con il riconoscimento del vizio parziale di mente. Secondo la ricostruzione accusatoria uccise il figlio con sette coltellate, in un casolare abbandonato. Poi si recò con il corpo nel supermercato e, scattato l'allarme, fu arrestata dai carabinieri. Dalle indagini emerse quindi che la donna si era separata dal marito dopo una breve convivenza e che il tribunale le aveva revocato l'affidamento del figlio circa una settimana prima del delitto. Assegnando il piccolo in modo esclusivo al padre. Secondo il difensore di Bradacs, l'avvocato Luca Maori, la donna quando uccise il figlio era in tale stato mentale da escludere la capacità d'intendere o di volere poiché affetta da una grave patologia psichiatrica. Dopo l'omicidio la madre aveva fotografato il corpo del piccolo Alex e aveva inviato immagini e video al figlio maggiore e ad altri conoscenti. (ANSA). .

di Ansa   

I più recenti

Ragazzi in corteo a Palermo, cantano 'Bella ciao'
Ragazzi in corteo a Palermo, cantano 'Bella ciao'
25 aprile: saluti romani dei Do.Ra, 'ricordiamo i veri eroi'
25 aprile: saluti romani dei Do.Ra, 'ricordiamo i veri eroi'
25 aprile: a Napoli corteo 'antisionista' Rete per la Palestina
25 aprile: a Napoli corteo 'antisionista' Rete per la Palestina
25 aprile: in 10mila in corteo a Cagliari 'siamo tutti antifà'
25 aprile: in 10mila in corteo a Cagliari 'siamo tutti antifà'

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...