Switch off Tv e nuovo digitale terrestre: cosa bisogna fare per capire se la tua tv è idonea

Cosa è successo e cosa bisogna fare dopo il 20 ottobre. I canali Rai e Mediaset oscurati. Come ottenere il bonus tv. A disposizione dei cittadini una lista di prodotti “idonei”

Switch off e bonus tv (Foto Ansa)
TiscaliNews

Switch off tv e nuovo digitale terrestre, dallo scorso 20 ottobre sono nove i canali Rai e sei quelli Mediaset oscurati dal passaggio dal vecchio al nuovo decoder, e cioè dalla tecnologia Mpeg-2 alla nuova Mpeg-4. Come ricorda il ministero dello Sviluppo economico, i canali tematici di Rai e Mediaset saranno visibili in alta definizione solo con un televisore o un decoder compatibile al sistema di codifica del segnale Mpeg-4, ricorda il ministero dello Sviluppo economico. Ecco tutte le spiegazioni sul passaggio:

I canali già oscurati

Per la Rai, ad essere interessati dal cambiamento, saranno i nove canali Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai Sport+ Hd, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola, mentre continueranno a rimanere visibili a tutti Rai1, Rai2, Rai3 e Rainews24. Per Mediaset, invece, saranno coinvolti i canali Tgcom24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV. Per il momento, quindi, si potrà continuare a vedere i canali generalisti (come Rai 1 o Canale 5) e chi possiede una tv ad alta definizione (HD) non dovrà cambiarla. Il vero "salto" tecnologico avverrà per fasi, dalla fine di quest’anno fino a giugno 2022, a seconda della regione in cui si risiede.

Il passaggio definitivo

Il passaggio definitivo al nuovo standard tecnologico di trasmissione del digitale terrestre DVB-T2 avverrà dal gennaio 2023. Nel frattempo si procederà anche alla riassegnazione delle frequenze seguendo un calendario che interesserà tutto il territorio nazionale, a partire dalla Regione Sardegna dal prossimo 15 novembre 2021. I cittadini "potranno verificare se il proprio televisore è abilitato a ricevere il segnale con la nuova tecnologia e in caso contrario sostituirlo acquistando una nuova tv o un decoder utilizzando i bonus messi a disposizione dal Ministero dello Sviluppo economico". 

Come scatta lo switch off 

Sono state infatti individuate quattro macro-aree geografiche in cui lo switch off scatterà con tempi diversi: Sardegna (Area 1); Valle d’Aosta, Piemonte, Lombardia, tranne la provincia di Mantova, provincia di Piacenza, provincia di Trento, provincia di Bolzano (Area 2); Veneto, provincia di Mantova, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, tranne la provincia di Piacenza (Area 3); Sicilia, Calabria, Puglia, Basilicata, Abruzzo, Molise, Marche (Area 4); Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Campania (Area 1B). 

Bonus Tv

Il Bonus TV - Decoder, con valore fino a 30 euro, è un'agevolazione per l’acquisto di TV e decoder idonei alla ricezione di programmi televisivi con i nuovi standard trasmissivi (DVBT-2/HEVC) che diventeranno operativi a partire dal 2022, nonché per l’acquisto di decoder per la ricezione satellitare. Il Bonus TV - Decoder è disponibile fino al 31 dicembre 2022 o all'esaurimento delle risorse stanziate ed è riservato alle famiglie con ISEE fino a 20 mila euro. Lo stanziamento complessivo previsto per il fondo unico del Bonus rottamazione tv e Bonus Tv - decoder è pari a circa 250 milioni di euro.

Il bonus viene erogato sotto forma di sconto praticato dal venditore sul prezzo del prodotto acquistato. Per ottenere lo sconto, i cittadini devono presentare al venditore una richiesta per acquistare una TV o un decoder beneficiando del bonus. A tal fine devono dichiarare di essere residenti in Italia e di appartenere ad un nucleo familiare di fascia ISEE che non superi i 20.000 euro e che altri componenti dello stesso nucleo non abbiano già fruito del bonus (qui il PDF del modulo di richiesta).

Bonus rottamazione 

Questo bonus consente di acquistare un nuovo apparecchio televisivo (compatibile con i nuovi standard di trasmissione Dvbt-2/Hevc Main 10) con un bonus di 100 euro (-20% fino a un massimo di 100 euro). A differenza del precedente incentivo, che resta comunque in vigore ed è pertanto cumulabile per coloro che sono in possesso di tutti i requisiti, il bonus rottamazione Tv si rivolge a tutti i cittadini perchè non sono previsti limiti Isee

 

Per verificare l'idoneità

I televisori adatti sono sicuramente tutti quelli acquistati dal primo gennaio 2017. Per quelli acquistati tra il 2010 e il 2017, occorrerà controllare la capacità di ricezione consultando il manuale o testando i canali HD. I televisori acquistati prima del 2010 non sono in grado di supportare lo standard, e occorrerà cambiarli. Sarà possibile vedere i nuovi canali anche acquistando un decoder con sincronizzatore DVB-T2, da collegare al televisore. Non sarà necessario intervenire sull’impianto d’antenna.

  1. Accertarsi che almeno uno dei canali già disponibili in HD sia visibile (di solito, sono quelli dal 500 in su): ad esempio, 501 per RAIUNO HD, 505 per Canale 5 HD e 507 per LA7 HD. Se almeno uno di questi è visibile, l'apparecchio è in grado di supportare la nuova codifica. 
  2. Controllare direttamente il manuale o la scheda tecnica per annotarsi il modello dell'apparecchio. Se il modello è HD il problema non si pone. Se il foglio è andato perso, si dovrebbe comunque riuscire a recuperarne una versione online

Per verificare che una TV o un decoder rientrino tra i prodotti per i quali è possibile usufruire del bonus è a disposizione dei cittadini una lista di prodotti “idonei” all’indirizzo https://bonustv-decoder.mise.gov.it/prodotti_idonei