Tiscali.it
SEGUICI

Strage in famiglia, i tre indagati restano in carcere. I particolari shock sull'omicido dei figli. Il commovente corteo dei compagni di Kevin

Davanti al gip Valeria Gioeli chiamata a decidere sulle convalide, i tre si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Per tutti il pm Matteo Lanza aveva chiesto la custodia cautelare in carcere

Stefano Loffredodi TiscaliNews   
Strage in famiglia, i tre indagati restano in carcere. I particolari shock sull'omicido dei figli. Il commovente corteo dei compagni di Kevin
La famiglia Barreca (Ansa)

Restano in carcere Giovanni Barreca, il muratore di Altavilla Milicia accusato dell'omicidio della moglie e dei due figli, uccisi durante un esorcismo, e i suoi presunti complici: Sabrina Fina e Massimo Carandente. Lo ha deciso il gip di Termini Imerese che ha convalidato i fermi disposti per la coppia, ma non quello imposto a Barreca, stabilendo, però, la custodia cautelare in carcere per tutti e tre. Davanti al gip Valeria Gioeli chiamata a decidere sulle convalide, i tre si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Per tutti il pm Matteo Lanza aveva chiesto la custodia cautelare in carcere.

I particolari raccapricianti

Le accuse per tutti sono di omicidio e soppressione di cadavere. Le vittime sono Antonella Salamone, moglie di Barreca, e i figli Kevin ed Emanuel di 16 e 5 anni. Tra due giorni sui resti carbonizzati della donna, trovati sepolti vicino casa della famiglia, e sui corpi dei ragazzini, incaprettati, si eseguiranno le autopsie che dovrebbero chiarire tempi esatti dei delitti e cause della morte. Non è ancora chiaro come sia stata uccisa la Salamone, i due fratelli, che il padre riteneva posseduti dal demonio e che sarebbero stati anche torturati, sarebbero stati soffocati.  Per evitare che si sentissero le urla delle vittime, ai ragazzini è stato infilato in bocca uno straccio. Kevin ed Emanuel dovrebbero essere stati uccisi venerdì. La madre qualche giorno prima, anche se al momento non è stato ancora possibile stabilire la data esatta della morte.

Secondo quanto emerge dalle indagini dei carabinieri i ragazzini, trovati incaprettati con delle catene, sono stati soffocati con una sciarpa e, prima, seviziati. Ieri dalla casa di Altavilla in cui i Barreca vivevano sono stati sequestrati degli attizzatoi del camino che potrebbero essere stati usati dai tre assassini per infierire sui fratelli.

Compagni Kevin in corteo

Un corteo silenzioso di studenti e insegnanti del liceo artistico Renato Guttuso ha sfilato a Bagheria per ricordare Kevin Barreca, 16 anni, ucciso insieme al fratello Emanuel e alla mamma Antonella Salamone nella villetta ad Altavilla Milicia (Palermo). "Kevin non esiste separazione finché c'è il ricordo", "Kevin vive", sono alcune delle scritte che campeggiavano sui cartelloni degli studenti in corteo con la foto del ragazzo e alcuni disegni del giovane che amava raffigurare gli uccelli.

La veglia

Venerdì è previsto ad Altavilla Milicia un momento di preghiera. La veglia si svolgerà nella Basilica Santuario Madonna della Milicia, alle 21. All'incontro dovrebbero partecipare anche i compagni di Kevin e di Miriam, sopravvissuta al massacro, e anche le studentessa del liceo Guttuso di Bagheria. Per gli omicidi sono in carcere Giovanni Barreca, marito e genitore delle vittime, e i presunti complici Sabrina Fina e Massimo Carandente.

"Il mio cliente è sotto choc" 

"Non si rende conto di quel che è accaduto. Mi ha ripetuto che vuole bene alla sua famiglia", ha detto, al termine dell'udienza l'avvocato Giancarlo Barracato, legale di Barreca. "Nell'abitazione in cui sono avvenuti i fatti - ha aggiunto - continuano gli accertamenti. Avremo modo nei prossimi giorni di capire meglio". "Barreca - ha spiegato - sembra non capire quel che è successo. E' una persona profondamente provata. Mi ha raccontato cose della sua famiglia e sostiene di aver fatto gli interessi dei suoi cari".v"Carandente e la Fina sono in isolamento. Carandente ha riferito di essere stato minacciato e intimidito in carcere.vEntrambi si dicono innocenti", hanno spiegato Sergio e Vincenzo Sparti, gli avvocati della coppia. "Sono entrambi molto religiosi, la fede è totalizzante per loro - hanno spiegato - e sono molto provati". La coppia ammette di aver conosciuto Barreca ma sostiene che si tratti di una conoscenza molto recente. "C'è un fervore religioso totalizzante in loro - hanno spiegato - ma bisogna capire alcune cose, al momento non siamo entrati nel dettaglio dei fatti".

 

Stefano Loffredodi TiscaliNews   

I più recenti

Salvini, 'ho sempre onorato il 25 Aprile senza sbandierarlo'
Salvini, 'ho sempre onorato il 25 Aprile senza sbandierarlo'
25 aprile, tensione a Roma tra Pro Palestina e Brigata ebraica
25 aprile, tensione a Roma tra Pro Palestina e Brigata ebraica
25 aprile Genova, striscioni antisionisti al corteo ufficiale
25 aprile Genova, striscioni antisionisti al corteo ufficiale
25 aprile: in migliaia a Monte Sole nonostante il maltempo
25 aprile: in migliaia a Monte Sole nonostante il maltempo

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...