Tiscali.it
SEGUICI

ShowReal, pubblicità più inclusiva per raccontare la disabilità

di Askanews   
Loading...
Codice da incorporare:

Milano, 2 dic. (askanews) - Il 24 per cento dell'Unione europea, circa una persona su quattro, convive con una disabilità. Cento milioni di donne e uomini spesso invisibili non solo nel racconto dei media ma anche nelle pubblicità, nonostante la grande fetta di mercato che rappresentano. Nasce per sensibilizzare le aziende e il mondo della comunicazione ad adottare una rappresentazione autentica delle persone con disabilità il progetto ShowReal, una campagna sociale digital, ideata e promossa da Valore D, Fondazione Diversity, OBE e YAM112003, con la partecipazione di tre creator con disabilità, Arianna Talamona, Ludovica Billi e Marco Andriano.L'obiettivo è di mettere fine a narrazioni spesso stereotipate, eroiche o pietistiche, o addirittura scorrette, e che contribuiscono a un immaginario sociale che marginalizza le persone con disabilità.

Il messaggio per le aziende è che rivolgersi con maggiore frequenza e in maniera più autentica e corretta ai disabili è una scelta di mercato vincente.Tra gli ideatori e promotori del progetto Valore D, l'associazione di imprese che promuove una cultura inclusiva per la crescita delle aziende e del Paese, e che lavora con i suoi associati sull'attenzione ai temi della diversità condivisa.Ne parla la direttrice generale Barbara Falcomer: "La pubblicità ha un grande potere evocativo e la capacità di favorire i cambiamenti nelle abitudini e nei comportamenti delle persone. Per realizzare in concreto l'inclusione della disabilità nella società è certamente necessario abbattere le barriere architettoniche e sensoriali, così come quelle relazionali e i pregiudizi, ma il primo passo è anche quello di rendere visibili le persone con disabilità e riconoscere loro un ruolo attivo nella nostra società". Il Diversity Brand Index 2023 mostra che in Italia il 69% della popolazione è maggiormente propensa verso i brand più inclusivi e addirittura 7 persone su 10 consigliano tali marche, con un impatto sul fatturato del +21%.Barbara Falcomer aggiunge: "Attraverso la campagna "ShowReal" vogliamo provare a cambiare la narrazione ma soprattutto invitare all'azione le aziende e il mercato della comunicazione affinché prendano coscienza della mancata opportunità - etica ed economica - di non rappresentare la compagine sociale nelle sue diverse sfaccettature".

di Askanews   

I più recenti

Camion a fuoco sull'A1: autostrada chiusa e oltre 10 km di coda
Camion a fuoco sull'A1: autostrada chiusa e oltre 10 km di coda
Max Leitner non è più socialmente pericoloso
Max Leitner non è più socialmente pericoloso
Chi sono le 7 vittime di Suviana
Chi sono le 7 vittime di Suviana
Tir a fuoco, l'A1 chiusa, 11 i chilometri di coda
Tir a fuoco, l'A1 chiusa, 11 i chilometri di coda

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...