Posti di lavoro a rischio con lo sblocco dei licenziamenti. Alberghi, ristoranti, cultura: ecco dove avverrà l'emorragia

Commercio, sport e servizi ricreativi altri settori al palo, secondo uno studio dei consulenti del lavoro. "Entro il 2022 le aziende torneranno al fatturato precrisi"

Posti di lavoro a rischio con lo sblocco dei licenziamenti. Alberghi, ristoranti, cultura: ecco dove avverrà l'emorragia
TiscaliNews

Lo sblocco dei licenziamenti ("congelati" dal governo, per l'emergenza Covid) "rischia di vedere sfumare più del 10% dei posti di lavoro nelle piccole e medie imprese (pmi) da inizio 2020". A dirlo sono i consulenti del lavoro per i quali tuttavia quasi il 70% dei professionisti pensa che le aziende torneranno ai livelli di fatturato precrisi "entro il 2022". 

I settori interessati alle maggiori perdite

Gli esiti di un monitoraggio sulla crisi da Covid-19 elaborato dalla Fondazione studi dei consulenti del lavoro, sulla base delle risposte di 3.000 professionisti iscritti all'Ordine, individuano "il grosso delle perdite" nel settore degli alloggi e della ristorazione, che "secondo la metà degli intervistati (49,3%) subirà una riduzione degli organici aziendali superiore al 15% mentre per il 26,7% compresa tra il 10% e 15%, seguito, a distanza, dal commercio, con organici previsti in fortissima (più del 15%) e forte (tra 10% e 15%) riduzione rispettivamente dal 25,9% e del 29,2%" degli interpellati.

Al palo anche servizi ricreativi, cultura, sport

E, infine, si legge nel dossier, vi sono i servizi ricreativi, culturali e sportivi, per cui "le previsioni oscillano tra la fortissima (27,7%) e forte (25,4%) contrazione" occupazionale nell'anno pandemico. A giudizio del presidente della Fondazione studi dei consulenti del lavoro Rosario De Luca, le criticità contingenti, "derivanti dal clima di incertezza, dalla difficoltà di programmazione, dalla gestione del lavoro a distanza, dallo stress dei lavoratori, finiscono per affossare le organizzazioni e, assieme ad esse, il clima e la qualità di lavoro".