Roma, sul fondo del Tevere l'elicottero caduto: mistero sul volo

Roma, sul fondo del Tevere l'elicottero caduto: mistero sul volo
di Askanews

Roma, 10 lug. (askanews) - Il relitto dell'elicottero caduto in provincia di Roma nella Riserva di Nazzano, Tevere-Farfa, è stato individuato con l'ecoscandaglio dei vigili del fuoco: è sul fondo del letto del Tevere, al centro del fiume.E' caduto in una zona interna della riserva, difficile da raggiungere se non con i fuoristrada o a piedi, dove ci sono delle casette di legno per il bird watching. Come è caduto lo ha detto un testimone, un uomo che era con i figli: "Ha urtato i cavi del'alta tensione ed è venuto giù". "Era un piccolo velivolo", ha aggiunto il testimone, raccontando ai carabinieri di Monterotondo, che coordinano i sooccorsi, cosa era successo.E l'ecoscandaglio ha confermato: un piccolo velivolo, probabilmente, un alicottero biposto monoelica. Potevano esserci al massimo due persone quindi.Ma è mistero sul volo, un volo fantasma. Non era un volo istituzionale o commissionato da un ente pubblico o privato che doveva sorvolare la zona. Era un volo esclusivamente privato, ma non c'è traccia: chiunque voli deve avvisare e segnalare il piano di volo alle autorità dell'aviazione civile, non c'è nessuna segnalazione, nessun avviso. E ancora nessuno ha denunciato una scomparsa.Domattina inizieranno le operazioni di recupero, e non sarà facile: il relitto è sul fondo, al centro del fiume, impossibile quindi usare una gru, saranno necessarie tecniche di sollevamento con palloni aerostatici.