Roma, Manuel agli amici dice "tornerò a nuotare"

Roma, Manuel agli amici dice 'tornerò a nuotare'
di Askanews

Roma, 10 feb. (askanews) - "Papà andiamo avanti. Manuel è forte, tanto forte": lo ha raccontato Franco Bortuzzo, il padre della giovane promessa del nuoto rimasto rimasto paralizzato, dopo un colpo di pistola a Roma, in un'intervista a Massimo Giletti nella puntata speciale di stasera di Non è l'Arena, su La7. "E' stata una settimana difficile. E' ancora in rianimazione. Gli hanno tolto le ultime suture anche se oggi soffriva anche per il carico dei farmaci ma risponde a tutti gli amici di piscina e gli sta dicendo che tornerà in acqua, farò forse più fatica a prenderli, ma li prenderò, dice", ha raccontato, rivelando il segreto della compostezza con cui sta affrontando la situazione: "Io sono in pace con me stesso e devo trasmettere questa sensazione a mio figlio perché se io cedo cade tutto e invece bisogna che legga nei mie occhi la forza: io sarò le sue gambe, io sarò il suo percorso e quindi massima fiducia". "I medici sono stati categorici, diretti, professionali, li rispetto e ringrazio", ha detto Bortuzzo, poi ha raccontato a Giletti che è stato lui a dire a sui figlio che era rimasto paralizzato: "Non volevo che fosse un medico a dirglielo. Sono andato d'istinto ma mio figlio sapeva già, perché non sentiva le gambe. Ha reagito in una maniera forte, che non avrei mai pensato. Mi ha detto di stare tranquillo e di tranquillizzare la mamma".