Turista massacrata di botte dall'amico in pieno centro a Roma: l'aggressore condannato per direttissima

Il ragazzo ha spinto a terra la giovane e poi l'ha colpita con un calcio alla testa rompendogli il setto nasale. La giovane è stata trasportata in ospedale dove le sono state riscontrate ferite guaribili i 30 giorni. 

Turista massacrata di botte dall'amico in pieno centro a Roma: l'aggressore condannato per direttissima
di Redazione TiscaliNews

Condannato a 8 mesi (pena sospesa) il giovane di 21 anni, norvegese ma di origine irachena che sabato sera ha aggredito una connazionale vicino Campo de Fiori dopo che la giovane, anche lei ventenne, aveva respinto le sue avances. I due si trovavano a Roma in vacanza insieme ad altri amici.

Secondo quanto accertato dalle forze dell'ordine intorno alle 23.30 i due sono usciti da un locale in via dei Giubbonari e hanno cominciato a discutere: il ragazzo ha spinto a terra la giovane e poi l'ha colpita con un calcio alla testa rompendogli il setto nasale. Il giudice, al termine del giudizio per direttissima, ha convalidato l'arresto e applicato la pena al giovane, incensurato, dopo un accordo raggiunto tra pm e difesa. La giovane è stata trasportata in ospedale dove le sono state riscontrate ferite guaribili i 30 giorni