Tiscali.it
SEGUICI

Riapre campo di calcio, ma si gioca solo se si va a scuola

di Ansa   
Riapre campo di calcio, ma si gioca solo se si va a scuola

(ANSA) - NAPOLI, 19 MAG - Da domani potrà essere frequentato dai ragazzi del quartiere, fino a non molti anni fa territorio di clan, ma lo potranno fare solo se vanno a scuola. Chi lo frequenterà, infatti, dovrà mostrate ogni quadrimestre la pagella e se ci sono delle lacune nel profitto sarà aiutato a superarle. Attraverso lo sport, insomma, si punta anche a prevenire il fenomeno dell'evasione scolastica. È il campetto di calcio inaugurato oggi alle spalle del rione dei Fiori, a Secondigliano, il quartiere di Napoli teatro una decina di anni fa di una cruenta guerra di camorra, con tanti morti ammazzatti per il controllo dello spaccio di droga.

Il campetto è stato riqualificato grazie a una sottoscrizione avviata da 'Il Fatto quotidiano' che ha visto 500 persone - lettori del giornale da ogni angolo di Italia - mettere insieme 26mila euro. La somma necessaria per la risistemazione del terreno di gioco mentre una ditta di Castellammare di Stabia, la Vuolo Group, si è fatta carico del ripristino delle recinzioni. Il campo, circa mille quadrati, che sorge al limite del parco comunale "Laudati", era abbanondato da tempo. Il ripristino è stato voluto fortemente dall'associazione sportiva dilettantistica "Asd Secondigliano". Vi potranno accedere tutti i ragazzi del quartiere ma, come detto, ad unica condizione: che vadano a scuola e studino. Il solo contributo richiesto è di dieci euro all'anno per la copertura dei costi della polizza assicurativa. Oggi il campo è stato inaugurato, nel corso di una cerimonia denominata "Un calcio alla camorra", che è stata una vera giornata di festa nel quartiere con tante mamme che vi hanno partecipato accompagnando i loro figli. Presenti, tra gli altri, il procuratore nazionale antimafia Gianni Mellillo, l procuratore di Napoli Nicola Gratteri, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, la vicedirettrice del Fatto Quotidiano Maddalena Oliva, la presidente della Fondaziome del Fatto Quotidiano, Cinzia Monteverdi e Vincenzo Strino, presidente dell'Asd Secondigliano. (ANSA). .

di Ansa   
I più recenti
Sindaco, corpo Cristian era in una galleria coperto da legname
Sindaco, corpo Cristian era in una galleria coperto da legname
Tre alpinisti bloccati sul Gran Paradiso, soccorsi in azione
Tre alpinisti bloccati sul Gran Paradiso, soccorsi in azione
Bonelli, per il Ponte sullo stretto il Governo è un bancomat
Bonelli, per il Ponte sullo stretto il Governo è un bancomat
Barca disalberata nel golfo di Trieste, intervento Capitaneria
Barca disalberata nel golfo di Trieste, intervento Capitaneria
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...