Covid, governo al lavoro su pass per spostamenti tra regioni ma il coprifuoco resta

Sileri: le riaperture sono irreversibili e c'è ottimismo ma i numeri non consentono di togliere tutte le restrizioni 

Covid, governo al lavoro su pass per spostamenti tra regioni ma il coprifuoco resta
di Tiscali News

Riaperture e pass per spostamenti tra regioni: nuova riunione. Il coprifuoco, invece, "non è in discussione". Secondo indiscrezioni di stampa dovrebbe tenersi già in settimana una nuova cabina di regia tra il premier Mario Draghi e le forze di maggioranza sul pass per consentire ai cittadini di muoversi tra regioni di colore diverso o partecipare a determinati eventi, a cominciare dai concerti. Obiettivo trovare una soluzione operativa già dal 26 aprile, quando inizierà la nuova fase di riaperture.

Coprifuoco non in discussione 

Sul tavolo di confronto non dovrebbe invece trovare spazio il tema del coprifuoco, per spostare le lancette più avanti di una o due ore. "Sul coprifuoco non c'è nulla da dire, non è in discussione. Punto. Dobbiamo solo capire come rendere operativo il pass sulla mobilità" ha detto all'Adnkronos uno dei ministri presenza fissa alle riunioni della cabina di regia. E' tuttavia presumibile che la Lega approfitterà dell'incontro per sollevare la questione, "ma su questo non troverà margini, né in Draghi né nelle altre forze di governo", assicura la stessa fonte.

Sileri: riaperture irreversibili ma restano restrizioni 

La rigidità dell'esecutivo sul coprifuoco è stata confermata anche il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri in una intervista al La Stampa. "Le riaperture sono irreversibili, non dovremo più temere di dover chiudere. La campagna vaccinale avanza e guardiamo con ottimismo ai risultati ottenuti dai Paesi più avanti di noi, come Inghilterra e Israele ma i numeri attuali, seppur migliori, non sono ancora così buoni da abbattere tutte le restrizioni" ha affermato Sileri.