Tiscali.it
SEGUICI

In carcere in Sardegna da 32 anni per triplice omicidio. “Beniamino è innocente, liberatelo”

Potrebbe arrivare una svolta per il caso dell’ex pastore incastrato dall’unico testimone della strage di Sinnai “condizionato da un poliziotto”

TiscaliNews   
In carcere in Sardegna da 32 anni per triplice omicidio. “Beniamino è innocente, liberatelo”
Il sit.in per chiedere la liberazione dell'ex pastore (Ansa)

Un cammino giudiziario avviato ufficialmente tre anni fa e che tuttavia da allora ha compiuto pochi passi.

Adesso si intravede la fine. E forse uno spiraglio per Beniamino Zuncheddu, ex allevatore di 58 anni, da 32 in carcere, condannato in via definitiva all'ergastolo per triplice omicidio. Una strage che risale all'8 gennaio del 1991 quando sulle montagne di Sinnai, in località Cuili is Coccus, furono uccisi tre pastori e una quarta persona rimase gravemente ferita. Da tre anni Zuncheddu, che si è sempre professato innocente, e il suo avvocato Mauro Trogu, del foro di Cagliari, stanno combattendo una battaglia per riottenere la libertà nel processo di revisione in corso davanti ai giudici della Corte d'appello di Roma.

Ieri nuova udienza e doppia manifestazione per appoggiare la causa del detenuto sardo. Una a Roma promossa dal partito Radicale, alla quale hanno preso parte anche il sindaco di Burcei - paese di cui Zuncheddu è originario - Simone Monni, con una trentina di burceresi; la seconda, quasi in contemporanea, proprio a Burcei, dove i partecipanti, riuniti in sit-in, hanno indossato una maglia con la scritta "Beniamino libero"

L'udienza si è conclusa con un rinvio al 13 ottobre: saranno riascoltati i testi chiave, la persona che scampò alla strage ma anche l'agente di polizia che svolse le indagini e che a detta della difesa del condannato condizionò il teste portandolo a ritrattare la sua versione. Poi si deciderà sull'eventuale sospensione della pena. "Siamo fiduciosi - commenta parlando con l'ANSA Irene Testa del Partito Radicale e Garante dei detenuti per la Sardegna - la prossima udienza sarà cruciale e siamo sicuri che tutto si svolgerà in tempi rapidi: c'è stata una importante accelerazione del caso".

A far condannare all'ergastolo in via definitiva Beniamino Zuncheddu furono le dichiarazioni dell'unico superstite della strage. Una testimonianza definita dubbia dalla difesa, arrivata dopo presunte pressioni da parte di uno degli agenti che indagava sul triplice omicidio. Il poliziotto avrebbe fatto vedere al testimone, che inizialmente aveva detto di non ricordare il volto dell'assassino perché coperto, una foto di Zuncheddu spingendolo a fornire una dettagliata descrizione dell'omicida che combaciava con quella del pastore. Da qui la condanna.

Il caso venne riaperto grazie alle intercettazioni telefoniche disposte dal procuratore generale per la revisione del processo. A seguito di un interrogatorio, il teste parlò al telefono con la moglie rivelando: "Hanno capito che il poliziotto mi ha fatto vedere la foto prima". 

 

TiscaliNews   
I più recenti
Chiara Amirante: più razionale credere o no che Dio esista?
Chiara Amirante: più razionale credere o no che Dio esista?
Al via Gazometro Aperto
Al via Gazometro Aperto
Oltre 800 morti e dispersi nel Mediterraneo centrale
Oltre 800 morti e dispersi nel Mediterraneo centrale
Strage Corinaldo: processo bis, assolti per reati più gravi
Strage Corinaldo: processo bis, assolti per reati più gravi
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...