Molesta una donna in metro a Roma, arrestato prete 73enne

L'uomo, un 73enne inglese, è stato bloccato da una pattuglia del commissariato Villa Glori e ha anche opposto resistenza

Molesta una donna in metro a Roma, arrestato prete 73enne
TiscaliNews

Ha molestato una donna in metro, ma lei lo ha inseguito e lo ha fatto arrestare dalla polizia. Con l'accusa di violenza sessuale e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, Peter Ralph Slocombe, un prete inglese di 73 anni, è stato fermato, processato per direttissima e condannato a 2 anni e 8 mesi. La vittima, secondo quanto ha denunciato, sarebbe stata palpeggiata sulle parti intime e sul seno all'altezza della stazione Termini, ma all’interno del vagone nessuno è intervenuto in suo aiuto. Dagli accertamenti sarebbe emerso che l'uomo è realmente un prete di una diocesi inglese. Di fronte agli agenti di polizia, che dopo un inseguimento lo hanno fermato, ha negato tutto: “Sono un prete non ho fatto niente, lasciatemi andare”.

Il prete molestatore

L’aggressione è avvenuta in un in un vagone diretto alla stazione Termini. Il reverendo P.R.S., in abiti civili, nato a Briston ma domiciliato a Roma al Pontifical Beda College, facendosi largo tra gli altri passeggeri si è avvicinato a una donna e ha iniziato a palpeggiarla con insistenza. Lei una 40enne, ha provato a divincolarsi, a opporre resistenza, ma senza successo. Solo quando il treno si è fermato di fronte alla banchina l'uomo ha lasciato la presa e si è dato alla fuga. Lei ha deciso però di seguirlo, scende anche lei dal treno e inizia a corrergli dietro urlando per attirare l’attenzione dei tanti viaggiatori presenti tra i corridoi della stazione.

L’arresto

Grazie alle urla la vittima è riuscita ad attrarre l'attenzione di due agenti di polizia del commissariato Villa Glori che stavano compiendo un giro di controllo e che, a loro volta, iniziano a inseguire il 73enne fino a raggiungerlo. Ne nasce però una colluttazione: il reverendo cerca di liberarsi dalla stretta dei due agenti picchiandoli. Ai due poliziotti saranno dati poi rispettivamente 5 e 10 giorni di prognosi per diversi traumi al setto nasale, ai polsi, alle ginocchia. Trasportato negli uffici del commissariato Viminale, il reverendo ha continuano a negare ogni abuso.