"Omofobo e sessista", tweet inguaiano capo ufficio al Mise

'Omofobo e sessista', tweet inguaiano capo ufficio al Mise
di Adnkronos

Roma, 11 ott.(AdnKronos) - Micaela Biancofiore? "Non c'è modo migliore di onorare le donne mettendo una mi... in quota rosa". Dolce e Gabbana? "Chiusi 'per indignazione'. Ma si può sempre entrare dal retro". E' quanto si legge in una serie di tweet pubblicati negli scorsi anni da Enrico Esposito, vice capo dell'ufficio legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico, e diffusi oggi via social dal deputato Pd Emanuele Fiano. "Il vicecapo del legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato tweet indecorosi e offensivi. Ci chiediamo quanto @luigidimaio attenderà ancora per prendere provvedimenti", denuncia su Twitter l'esponente dem, condividendo gli screenshot dei messaggi. Tra i tweet 'incriminati' anche uno risalente al 25 febbraio 2014 che recitava: "Comunque sono contento delle quote rosa al governo, almeno le leviamo da mezzo alla strada #opencamera". Il 20 gennaio 2016, invece, il vice capo dell'ufficio legislativo del Mise twittava: "Quando ti chiamano 'ricchione' o rispondi 'puttan e mammt' o vai a piangere dalla maestra. Se fai la seconda cosa, sei ricchione davvero". "Omofobo e sessista, fa ovviamente carriera nel M5S e da stamattina si è messo a nascondere i suoi tweet", osserva sempre via social il deputato dem Ivan Scalfarotto, denunciando la vicenda del "compagno di studi di Luigi Di Maio". Stando al profilo pubblicato su Linkedin, infatti, Esposito si è laureato nel 2011 in Giurisprudenza all'Università degli Studi di Napoli 'Federico II', la stessa frequentata dal leader M5S, per poi lavorare in diversi studi legali e approdare infine al Mise.