Uscita con un’amica non è più tornata a casa, per l’omicidio di Nicoletta fermati un uomo e una donna

I due sono accusati dell'omicidio e della soppressione del cadavere della 25enne il cui corpo è stato trovato nelle campagne del paese dai carabinieri

Nicoletta Indelicato
Nicoletta Indelicato
TiscaliNews

Nicoletta Indelicato è stata uccisa. La 25enne scomparsa domenica notte da Marsala (Trapani) è stata ritrovata senza vita nelle campagne marsalesi di contrada Sant'Onofrio. Per la morte della giovane carabinieri hanno sottoposto a fermo di iniziato di delitto il 34enne Carmelo Bonetta e l'"amica" della vittima Margareta Buffa, di 29 anni.

La confessione

Il corpo carbonizzato di Nicoletta  è stato ritrovato nelle campagne di Marsala dopo le indicazioni fornite da Carmelo Bonetta e Margareta Buffa. I due, che sono fidanzati, avrebbero confessato il delitto. I carabinieri di Marsala, coordinati dalla Procura, stanno cercando di ricostruire oltre alla dinamica anche il movente del brutale delitto. La coppia conosceva la vittima; l'omicidio sarebbe stato originato da qualche dissidio per futili motivi. Gli investigatori sono riusciti a risalire ai presunti autori dell'omicidio grazie alle testimonianza di un barista che ha detto di avere visto la giovane scomparsa in compagnia dei due fidanzati.

Il racconto di Margareta

Secondo quanto ha raccontato alle forze dell’ordine, Margareta è stata l’ultima a vedere Nicoletta viva. La ragazza ha raccontato di aver visto per l’ultima volta l’amica viva intorno alle 2 del mattino in un noto bar del paese. Aveva inoltre aggiunto che, Nicoletta era andata via sola per raggiungere casa sua. Da quel momento, si erano invece perse le tracce della giovane e le indagini per ritrovare Nicoletta, si erano incentrate sul racconto di Margareta che fin da subito non era parso convincente. E’ stata proprio lei infatti, a crollare, incalzata dalle domande degli investigatori ed ha indicato il luogo dove era stata sepolta la giovane.

Carmelo Bonetta e Margarita Buffa

Ha convinto l'"amica" ad uscire

Le due giovani, non erano "amiche" da molto tempo. Uscivano insieme da poco tempo anche se si conoscevano in quanto entrambe romene e arrivate a Marsala da piccole e adottate. Secondo indiscrezioni, Nicoletta quella sera, non doveva neanche uscire, anzi era già in pigiama e stava per andare a letto. Sarebbe stata Margareta a convincerla ad uscire con lei e con Carmelo Bonetta, 34 anni, marsalese, agricoltore con la passione del ballo caraibico. Pare che Nicoletta abbia litigato con la madre prima di uscire perché la donna era contraria a questa “uscita notturna”. Purtroppo quella sera non è riuscita a fermare la 25enne.

La scomparsa

La giovane, nella notte fra sabato e domenica, dopo essere uscita con Margareta, non ha fatto più rientro nella sua abitazione. Da qui la denuncia presentata dai genitori in grande apprensione per la figlia. I due hanno spiegato che Nicoletta è uscita all'improvviso a mezzanotte e un quarto di domenica, salvo non rientrare neppure dopo molte ore e non rispondere alle telefonate dei genitori, che hanno sperato – pur ritenendolo decisamente improbabile – che quello della ragazza fosse stato un allontanamento volontario.

Le ricerche

Nicoletta Indelicato si era laureata in scienze della formazione e, dopo aver lavorato per tre mesi in un centro di accoglienza, nelle ultime settimane stava partecipando a un corso per disabili a Marsala. Il padre e la madre della 25enne hanno adottato sia lei che suo fratello Cristian. Il ragazzo che studia ad Udine Viticoltura ed Enologia martedì sera è arrivato a Marsala e ha cominciato le ricerche, anche lui è molto preoccupato per la scomparsa della sorella. Poche ore dopo è stato ritrovato il corpo della Nicoletta.