Nasce Onvos, Osservatorio per le vittime di omicidio stradale

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma (askanews) - Monitorare l'applicazione della recente legge sull'omicidio stradale e tutelare le famiglie delle vittime, con un team di legali specializzati che forniranno una prima assistenza gratuita e consigli primari per ottenere giustizia e un indennizzo equo. Con questi obiettivi nasce Onvos - l'Osservatorio Nazionale Vittime di Omicidio Stradale - presieduto dall'avvocato Piergiorgio Assumma, penalista, esperto in omicidi stradali.Negli studi di askanews, spiega i dettagli del progetto: "L'obiettivo di Onvos è quello di tutelare al massimo con il massimo delle garanzie le vittime e i familiari delle vittime di omicidio stradale. Persone che hanno seguito lesioni gravi o gravissime. Da qui, partiranno le informazioni e i consigli primari di Onvos per far capire quali sono i diritti del cittadino".Nel 2016 si sono verificati in Italia oltre 175mila incidenti stradali, che hanno provocato più di 3.200 morti e quasi 250mila feriti. Nel 2017, secondo le prime stime, il trend è cresciuto del 3 per cento. Le principali cause degli incidenti sono l'uso del cellulare alla guida, la velocità elevata e l'uso e l'abuso di alcool e droghe. La legge del 2016 ha riconosciuto la differenza tra l'omicidio colposo e l'omicidio commesso da chi alla guida tiene un comportamento fortemente a rischio. Per l'omicidio stradale il rischio è il carcere con una pena che va dai 2 ai 7 anni."La norma è ancora per certi aspetti lacunosa e deve essere ancora definita con degli aspetti specifici. E questo sarà uno dei compiti di Onvos anche a livello di tutela preventiva che la norma sia efficiente, efficace ed effettiva"."Lavoriamo su tutto il territorio nazionale tramite il numero verde risponderanno gli operatori; poi ci sarà l'incontro con gli esperti, e poi partirà la fase di tutela primaria e poi successivamente la tutela secondaria".L'Osservatorio è online all'indirizzo onvos.it. Per informazioni il numero verde gratuito è 800144902.