Multa di 400 euro perché beccato mentre abbracciava la fidanzata

Una pattuglia in borghese ha fermato una giovane coppia. Entrambi indossavano la mascherina ma le norme anticontagio vietano le effusioni per chi non è convivente

Multa di 400 euro perché beccato mentre abbracciava la fidanzata
TiscaliNews

Ha abbracciato la sua fidanzata mentre stavano passeggiando in Strada Nuova, nel centro di Pavia. Uno slancio affettivo che non è ammesso dalle attuali regole contro la diffusione del coronavirus, anche se i “trasgressori” sono fidanzati. Il giovane, poco più che ventenne, è stato sanzionato da una pattuglia di agenti in borghese: dovrà pagare una multa di 400 euro (che potrà essere ridotta a 280, se la sanzione verrà saldata entro 30 giorni dalla emissione del verbale). A darne notizia è oggi il quotidiano La Provincia pavese.

Sia il ragazzo che la sua fidanzata avevano la mascherina e le norme anticontagio permettono a due persone che non vivono assieme di camminare affiancati. Ma non di abbracciarsi: e quello slancio improvviso è costato caro al ragazzo per il mancato rispetto della regola del distanziamento sociale.

Ma la multa è scattata solo per il ragazzo: la fidanzata, infatti, non avrebbe "partecipato" all'effusione perché colta di sorpresa. Nel corso del fine settimana a Pavia e nel resto della provincia sono stati intensificati i controlli da parte delle forze dell'ordine. Sono state elevate alcune sanzioni a persone trovate senza mascherina o che non rispettavano le distanze sociali.