E' morto Angelo Licheri, l’uomo che 40 anni fa tentò l'impossibile per salvare Alfredino Rampi

L’uomo, 77 anni, era ricoverato in una clinica a Nettuno, vicino a Roma. Quaranta anni si calò nel pozzo di Vermicino per tentare di salvare Alfredino Rampi

TiscaliNews

Addio a Angelo Licheri, è morto l'uomo che si calò nel pozzo di Vermicino per tentare di salvare Alfredino Rampi. Licheri, 77 anni, era ricoverato in una clinica a Nettuno, vicino a Roma. Licheri era un volontario e si recò a Vermicino dopo avere appreso della tragedia. Si fece calare a testa in giù la notte tra venerdì 12 e sabato 13 giugno 1981: Alfredino era precipitato la sera del 10 giugno. Licheri parlò anche col bambino e restò nel pozzo 45 minuti.

"Un volontario puro"

"E' stato un simbolo, un volontario puro". Così Rita Di Iorio, presidente del Centro Rampi ricorda la figura di Licheri, "con il quale c'è sempre stato un rapporto molto stretto. Sapevamo che era malato da tempo - dice Di Iorio  - e si può dire che ce lo aspettavamo da un momento all'altro. Ma è comunque un grande dolore, ha sofferto molto. Ci dispiace, lo abbiamo sempre stimato per il suo coraggio, era un volontario puro, un simbolo".

“Non chiamatemi eroe”

In tanti, dopo la vicenda, avevano cominciato a chiamarlo “eroe”, termine che aveva però sempre rifiutato dicendo piuttosto di aver compiuto un atto di “altruismo”. Più volte aveva ripercorso in questi decenni quei momenti drammatici. All’epoca era un tipografo molto magro, piccolo di statura e proprio per queste caratteristiche si era ritenuto idoneo a infilarsi nel pozzo per 60 metri al fine di imbracare Alfredino e tirarlo fuori

La tragedia

Licheri ha fatto tantissimi tentativi per agguantare Alfredo.La tecnica era quella di poter superare le varie ostruzioni e per questo veniva tirato su alcuni metri e poi mollato di colpo. Numerose le ferite che aveva riportato sul corpo, ma nulla lo aveva fermato, era riuscito ad avvicinarsi al bambino, gli aveva parlato ma lui ormai rantolava. Alla fine si era dovuto arrendere, gli aveva mandato un bacio ed era tornato in superficie.