Scontro Minoli-Radio24: “Chiudono il mio programma per ragioni politiche, non per gli ascolti. Preferiscono parlare di sesso”

Duro botta e risposta tra il popolare conduttore e la radio di Confindustria dopo lo stop del programma “Mix 24”. Ieri l’azienda ha diffuso un comunicato sulle ragioni della chiusura: bassi ascolti e costi elevati. Ora il popolare conduttore sceglie tiscali.it per replicare duramente

Il giornalista e conduttore radio Giovanni Minoli
Il giornalista e conduttore radio Giovanni Minoli
di Giovanni Minoli

Il Sole 24Ore prima di fare comunicati utili solo a mascherare le ragioni politiche di scelte inconfessabili, dovrebbe fare pace con se stesso e con i numeri che ha sfornato sui risultati di Mix24 nel corso degli anni e con i relativi entusiastici commenti (consiglio la rilettura della rassegna stampa del Sole).

Inoltre, chi fa della qualità dei numeri che offre al pubblico, la sua credibilità, dovrebbe sapere che Mix24 da due anni va in onda dalle 9 alle 10.30 (e non fino alle 11.00 come da comunicato). Sbagliare due rilevazioni su quattro e fondare su questo errore la propria analisi, o è in mala fede o è ignorante. In ogni caso, non da sole.

Mix24, lo ha detto l’ultima rilevazione dati, è ampiamente nel target di rete e se si considera l’intera giornata (9-10.30 più replica delle 23.00) supera il 4% di share, battendo ogni sera di circa il 30%, la replica del programma che lo precede, Focus Economia.

Parlo delle repliche serali delle 23.00 di Mix24 perché quegli ascolti si devono sommare a quelli del mattino per definire il risultato giornaliero di Mix24.

Inoltre dare numeri esatti, vorrebbe dire conteggiare anche le migliaia di notizie che grazie a Mix24, il Sole24Ore diffonde giornalmente su tutti gli organi di informazione, giornali e agenzie, aumentando visibilità e autorevolezza al gruppo Sole24Ore.

E’ vero che abbiamo scelto di non occuparci con continuità e dettagli degli organi sessuali femminili e maschili e dei loro molteplici modi di intrecciarsi ma questo nessuno lo può fare meglio di chi lo fa già ogni giorno con successo e forse anche qui ci sarebbe un problema di linea editoriale di Radio24.

Quanto alle modalità della comunicazione del nuovo palinsesto della radio, nel colloquio con Sebastiano Baresoni, lui mi ha parlato solo delle difficile situazione personale di Alessandro Milan che capisco, non una parola sui costi del programma, per altro super chiariti direttamente con l’amministratore Delegato Moscetti, né tanto meno dei presunti risultati non soddisfacenti di share di Mix24.

 In conclusione, tante superficialità, tanti errori, qualche strumentale dimenticanza non fanno del comunicato de Il Sole, neanche ciò per cui è stato pensato cioè colpirmi per giochi di potere interni al Sole24Ore nei rapporti con Confindustria. Faccio tanti auguri a Radio24