Mielite trasversa: cos'è la possibile reazione che ha fermato la sperimentazione del vaccino anti Covid

Uno dei pazienti sottoposti alla somministrazione del preparato dell'Università di Oxford e di AstraZeneca ha mostrato i segni dell'infiammazione. Come si procede ora

Una risonanza magnetica mostra le fasi dell'infiammazione da mielite trasversa
Una risonanza magnetica mostra le fasi dell'infiammazione da mielite trasversa

Doverosa premessa: chi scrive non ha posizioni No Vax. Ma se c'è un fatto oggettivo, e riscontrato scientificamente, che ci dice mella lotta al Covid-19 è vietato correre, è quanto accaduto durante la sperimentazione del vaccino a cui sta lavorando AstraZeneca. Che infatti messo in pausa il suo protocollo di sperimentazione e ora attende una valutazione "entro massimo tre mesi" da parte del comitato sanitario sul caso di mielite trasversa che ha sviluppato uno dei soggetti trattati con il possibile vaccino anti Covid-19 elaborato dall'Università di Oxford. Chissà cosa ha somministrato alla figlia, come "cavia", Vladimir Putin. Il leader russo ha detto di essere pronto a battere Ue e Usa sulla commercializzazione del rimedio alla pandemia che avrebbe preparato Mosca. E tornano alla mente tutti gli appelli di scienziati, medici, virologi, epidemiologi e immunologi ad evitare gli annunci facili e la fretta nell'annunciare il vaccino. Pascal Soriot, amministratore delegato di AstraZeneca, ha confermato che lo stop è temporaneo e che il progetto "resta in corsa". Il mondo scosso dal coronavirus va di fretta, ma sbatte contro il caso di mielite. Vediamo di che si tratta. 

Infezione al midollo

Come chiarito dal genetista Giuseppe Novelli, dell'Università Tor Vergata di Roma e della Fondazione Lorenzini, la mielite trasversa è "una infiammazione acuta della sostanza grigia e della sostanza bianca in uno o più segmenti adiacenti del midollo spinale, generalmente a livello toracico". E va fermata il prima possibile perché a seconda della sua gravità può portare a disfunzioni dell'efficienza motoria e sensoriale del corpo, o a paresi. Come da protocollo, la sperimentazione è stata interrotta in attesa di verifiche e valutazioni. Perché la mielite è di fatto una risposta autoimmune dell'organismo umano, e il vaccino sperimentale di Oxford-AstraZeneca, deriva dalla modifica di un adenovirus di scimmia che in questo modo può trasportare alcuni geni del coronavirus e stimolare la risposta immunitaria contro il virus. Il rimedio per la mieliete trasversale c'è, è una cura a base di steroidi. Ma di certo nessuno vuole un effetto collaterale del genere. E quindi fermi tutti.

Test in pausa: bisogna capire cos'è accaduto

Il colosso farmaceutico ribadisce che la diagnosi è da confermare e che lo sono più che mai le ragioni del perché l'infiammazione spinale si sia manifestata. Le cause possono essere molteplici, e non necessariamente tutte correlate alla somministrazione del vaccino anti Covid. AstraZeneca si dice ottimista, ci sono ancora probabilità che entro l'anno arrivino novità di sostanza sul via libera al vaccino e quindi alla sua commercializzazione. Intanto l'India sospende la sperimentazione. Mentre il governo brasiliano conferma il contratto con la multinazionale, fiducioso che la strada percorsa sia comunque quella giusta.

La posizione dei medici

Ancora il genetista Novelli precisa: "L'interruzione della sperimentazione dopo la segnalazione di un evento avverso di tipo grave è una procedura prevista, richiede un necessario approfondimento per poter stabilire se esista una causalità diretta del vaccino o indiretta, prima di proseguire". E la Società Italiana di Malattie infettive e tropicali aggiunge: "Le tre fasi della sperimentazione sull’essere umano prima della commercializzazione richiedono tempo e devono essere scrupolosamente rispettate anche in momenti eccezionali come quelli che stiamo vivendo". Vietato correre, insomma. Proprio come ha più volte ribadito l'immunologo statunitense Anthony Fauci, ridimensionando gli annunci trionfalistici sull'arrivo del vaccino made in Usa da parte del presidente Trump.