Tiscali.it
SEGUICI

Da venerdì al weekend vortice di maltempo sull'Italia con pioggia, vento e neve. Ecco gli ultimi dettagli

L'area di alta pressione presente sull'Europa occidentale inizia a cedere sul Mediterraneo per le prime infiltrazioni di aria umida atlantica che stanno portando anche qualche goccia di pioggia isolata

di Carlo Migliore - 3BMeteo   
Da venerdì al weekend vortice di maltempo sull'Italia con pioggia, vento e neve. Ecco gli ultimi dettagli

L'area di alta pressione presente sull'Europa occidentale inizia a cedere sul Mediterraneo per le prime infiltrazioni di aria umida atlantica che stanno portando anche qualche goccia di pioggia isolata. Nel corso delle prossime 24 ore il campo barico tenderà a rinforzare temporaneamente al Sud della Penisola ma sarà una rimonta fisiologica che precederà l'arrivo di un'intensa perturbazione atlantica collegata a una profonda circolazione ciclonica, destinata a impegnare l'Italia da venerdì a tutto il weekend.

A tal riguardo va specificato che la fase di maltempo che ci aspetta non sarà di stampo freddo ma più assimilabile ad un tardo autunno in quanto le correnti che accompagneranno il vortice saranno miti. Al punto che la neve cadrà prevalentemente sulle Alpi. Ci saranno comunque situazioni termiche diverse a seconda delle zone che tratteremo in una news più specifica. In questa cercheremo di capire che tipo di fenomeni avremo, quanto saranno intensi, quando colpiranno e quali regioni saranno più esposte. 

Venerdì

Il fronte atlantico raggiungerà l'Italia settentrionale portando piogge abbondanti tra il Nordovest e la Lombardia, possibile anche qualche temporale sulla Liguria. Qualche pioggia raggiungerà le regioni centrali soprattutto la Toscana mentre altrove il tempo sarà più soleggiato. Neve solo sulle Alpi tra 1300 e 1700m. A fine giornata i quantitativi stimati saranno nell'ordine dei 70/90mm per la Liguria e 40/60mm per l'alto Piemonte e l'alta Lombardia. Le temperature saranno in aumento e ancora generalmente sopra media al Centro Sud, in calo solo al Nord. La ventilazione rinforzerà sensibilmente dai quadranti meridionali. 

Sabato

Nella giornata di sabato sul Golfo del Leone in Francia inizierà a formarsi un vortice di bassa pressione secondario che si muoverà progressivamente verso il nord Italia. Le precipitazioni si intensificheranno sulle regioni settentrionali e in generale su tutta la fascia occidentale comprese le Isole maggiori e risulteranno anche a carattere di temporale su Liguria, Toscana, Sardegna e medio Tirreno. Il medio basso Adriatico resterà meno esposto ai Fenomeni assieme allo Ionio. La neve cadrà prevalentemente sulle Alpi dai 1200/1400m, a quote molto alte sull'Appennino centro settentrionale, sarà assente sui rilievi del Sud eccetto che sull'Etna. A fine giornata i quantitativi potrebbero essere nell'ordine degli 80/100mm in Liguria, 40/60mm su Piemonte, alta Lombardia, alto Veneto e alto Friuli, 30/50mm su Toscana, Lazio, Campania e Sardegna. Le temperature diminuiranno in funzione delle precipitazioni ma in diversi casi potranno essere ancora superiori alla media. La ventilazione è attesa forte dai quadranti meridionali. 

Domenica

La giornata di domenica infine vedrà l'affermazione del vortice sulle regioni settentrionali con una instabilità generale un po' su tutta l'Italia, più diffusa al Nord e all'estremo Sud. Neve sulle Alpi dai 1200/1500m, occasionale sulle cime più alte dell'Appennino centro settentrionale. Assente sui rilievi del Sud eccetto l'Etna. A fine giornata i quantitativi maggiori di precipitazioni potrebbero riguardare il basso Tirreno ed essere nell'ordine del 40/50mm. Le temperature scenderanno ancora un po' ma risulteranno al più in media. La ventilazione si manterrà ancora forte su tutti i bacini.

di Carlo Migliore - 3BMeteo   

I più recenti

Bardi bis in Basilicata, exploit del centrodestra: Marrese si congratula con l'avversario. Forte astensionismo
Bardi bis in Basilicata, exploit del centrodestra: Marrese si congratula con l'avversario. Forte astensionismo
La Primavera si traveste da inverno. Ecco fino a quando dureranno freddo e neve. In alcune regioni riaccessi i termosifoni
La Primavera si traveste da inverno. Ecco fino a quando dureranno freddo e neve. In alcune regioni riaccessi i termosifoni
Quella bandiera palestinese è una trappola esplosiva lasciata in territorio israeliano: il video
Quella bandiera palestinese è una trappola esplosiva lasciata in territorio israeliano: il video

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...