Dopo la sfuriata artica, torna l'anticiclone ma nel weekend una nuova sorpresa. Le previsioni

Nel fine settimana peggioramento al Nordovest e sul Tirreno centro-settentrionale, con piogge su Liguria, Toscana e Lazio. Qualche piovasco anche sulla Sardegna prevista neve sulle Alpi

TiscaliNews

Dopo la sfuriata artico-scandinava, l'anticiclone tornerà a rinforzare espandendosi dall'Europa sudoccidentale verso il Mediterraneo centrale e abbracciando da giovedì anche l'Italia. Il tempo si stabilizzerà, i venti si attenueranno e gli spazi soleggiati diverranno protagonisti su quasi tutte le nostre regioni, ad eccezione però dell'alto versante tirrenico. Qui la disposizione delle correnti da sudovest trasporterà addensamenti di tipo marittimo verso Liguria e alta Toscana. Farà eccezione inoltre una residua circolazione nordorientale sullo Ionio che provocherà una residua nuvolosità sparsa tra Sicilia e Calabria. Pericolo per lgelate notturne al CentroNord.

Clima frizzante, caldo di giorno

Dopo la recente irruzione artica le temperature minime si manterranno però ancora piuttosto basse, complici anche le schiarite notturne, intorno agli zero gradi sulla Pianura Padana e su quelle interne del Centro. Di giorno il sole favorirà invece un buon riscaldamento, soprattutto al Nord, dove si potranno toccare punte di 16/17°C.

Venerdì si cambia ancora

Già nel corso della giornata si noteranno gli effetti delle prime infiltrazioni di aria umida dai quadranti occidentali, responsabili di un aumento della nuvolosità al Nord e in Sardegna, anche con qualche pioggia in arrivo in serata sull'isola. Continuerà a prevalere il bel tempo invece sul resto d'Italia, grazie alla presenza dell'anticiclone. Aumenteranno ulteriormente le temperature, seppur quelle minime risulteranno ancora inferiori alle medie, ma di giorno si toccheranno i 18/19°C al Nordest, in Sardegna e nell'alta Puglia.

Il weekend

L'anticiclone comincerà a cedere per l'abbassamento di latitudine del flusso perturbato atlantico. Il fronte in questione determinerà un peggioramento al Nordovest e sul Tirreno centro-settentrionale, con piogge su Liguria, Toscana,  e Lazio, in estensione sparsa alla Val Padana da sud verso nord e con fenomeni che si intensificheranno in serata sulle zone costiere. Qualche fiocco di neve è atteso sulle Alpi dai 1200/1500m, a quote superiori sull'Appennini settentrionale. Qualche piovasco potrebbe raggiungere anche la Sardegna, mentre sul resto del Centro-Sud si assisterà solo ad un parziale aumento della nuvolosità, senza fenomeni