Nubifragi e smottamenti: Sicilia in ginocchio, uomo muore annegato. In arrivo il "Medicane": cos'è e cosa provoca

Nelle campagne di Lentini continuano le ricerche della donna di 61 anni dispersa da due giorni in contrada Ogliastro. Il corpo del marito, agricoltore di 67 anni in pensione, è stato ritrovato ieri

TiscaliNews

Resta ancora allerta rossa maltempo in Sicilia e Calabria. Sono 250 gli interventi dei vigili del fuoco a Catania, 140 a Reggio Calabria, 52 a Cosenza, 49 a Vibo Valentia, oltre 300 i vigili del fuoco al lavoro, si legge sul profilo Twitter.  
Nelle campagne di Lentini continuano le ricerche della donna di 61 anni dispersa da due giorni in contrada Ogliastro. Il corpo del marito, agricoltore di 67 anni in pensione, è stato ritrovato ieri in un agrumeto lontano dal luogo dove erano stati visti l'ultima volta. Alle operazioni partecipano vigili del fuoco, carabinieri e volontari della protezione civile.

Annegato un uomo

E' un uomo di 53 anni (e non una giovane come si era appreso in un primo momento) la persona morta a Gravina di Catania. Il corpo è stato trovato da volontari della Misericordia sotto l'auto. Inutili i tentativi di rianimazione cardiopolmonare. Secondo una prima ricostruzione, sembra che la vittima, originaria di Pedara ma residente a Catania, sia scesa da una vettura, forse dopo un incidente stradale, in via Etnea e sarebbe stata travolta dall'acqua. Sul posto sono intervenuti anche vigili del fuoco, carabinieri, polizia municipale e personale del 11.

Nubifragi e smottamenti nel Catanese

Famiglie e automobilisti sono stati soccorsi dalla Protezione civile regionale e da associazioni di volontari nel Catanese a causa di un nubifragio che sta colpendo la città e provincia. A Misterbianco, per lo smottamento di fango e detriti da Monte Cardillo, sono state fatte evacuare quattro famiglie. E' stata liberata l'unica strada di collegamento, ma per precauzione gli abitanti hanno lasciato le case, mentre la zona è costantemente monitorata dai volontari della Protezione civile. A Catania alcune strade si sono state trasformate in torrenti, anche per l'accumulo dell'acqua piovana che si riversa sulla città dai paesi etnei. Le zone maggiormente colpite sono quelle a sud del capoluogo etneo. Allagamenti i registrano al villaggio Santa Maria Goretti, attiguo all'aeroporto, nella zona industriale e nelle zone marinare della Plaia e di Vaccarizzo. Invasa anche la strada statale 114 che collega Catania e Siracusa.

Cos'è il Medicane

Il termine meteorologico medicane altro non è che la fusione delle due parole inglesi Mediterranean ed Hurricane, sta ad indicare un ciclone che assume caratteristiche tropicali diventando un piccolo uragano, come quelli che siamo abituati a vedere nei Caraibi. Un uragano mediterraneo che si forma a causa del progressivo riscaldamento del "core" per il continuo risucchio da parte del vortice verso il suo centro di aria calda e umida presente sulla superficie del mare, un mare ancora molto caldo con temperature di superficie prossime ai 27-28°C.

Le zone a rischio

I modelli matematici inquadrano questo potenziale nuovo pericolo per l'Italia del Sud con ancora una volta la Sicilia e la bassa Calabria nel mirino del maltempo. C'è dunque il concreto rischio che le piogge forti continuino e si reiterino aumentando anche di intensità nel corso dei prossimi giorni, soprattutto tra il 28 e il 29 ottobre quindi tra giovedì e venerdì quando dovrebbe avvenire la transizione tropicale del vortice. In questo frangente purtroppo non si escludono nuovi episodi alluvionali sulla Sicilia orientale e la bassa Calabria ionica

 

Pointe Ognssanti

Condizioni meteo invece diametralmente opposte al Centronord dove il tempo si manterrà stabile e in prevalenza soleggiato almeno fino a venerdì compreso. Tuttavia proprio nel weekend si avvicinerà una perturbazione atlantica che porterà un progressivo peggioramento ad iniziare dal Nordovest, dove le prime piogge dovrebbero giungere già sabato. Ma sarà con molta probabilità ad Ognissanti e nei giorni successivi che la parte più attiva della perturbazione raggiungerà il Centronord portando le classiche piogge diffuse di stampo autunnale. Qualche rovescio raggiungerà a seguire anche il Sud, dove nel frattempo il ciclone mediterraneo avrà allentato progressivamente la presa” – concludono da 3bmeteo.com