Maxi operazione guidata da Europol: darkweb colpito al cuore

di Askanews

Roma, 26 ott. (askanews) - Dopo diversi mesi di indagini sottotraccia a livello mondiale la polizia e la gendarmeria di nove Paesi, tra cui l'Italia, hanno realizzato una spettacolare operazione colpendo al cuore il "darkweb". Gli agenti specializzati hanno arrestato circa 150 persone implicate nel commercio di decine di migliaia di beni e servizi legati al crimine organizzato nell'operazione "Dark HunTOR". L'operazione è stata condotta con il coordinamento dell'Europol e le forze dell'ordine e di intelligence dei nove Paesi e ha permesso il sequestro di oltre 26,7 milioni di euro anche in criptovaluta."Queste persone compravano e vendevano prodotti illegali nel darkweb, parliamo di droga, armi da fuoco e altro. Non sono persone innocenti finite per caso nel darkweb, ma criminali che operano su queste piattaforme" spiega Cleire Georges portavoce di Europol.Nel quadro dell'indagine, la Finanza italiana ha chiuso due piattaforme pirata, una ribattezzata "DeepSea e Berlusconi" che aveva messo online 100mila annunci. Sono stati arrestati tre amministratori del sito.