Tiscali.it
SEGUICI

Covid, verso un'estate in libertà: le regole in spiaggia. Mascherine e green pass: novità dal 1° maggio

Sembra però molto probabile che l'obbligo delle mascherine possa essere prorogato in alcuni casi, come su mezzi di trasporto quali aerei e treni, ma anche negli ospedali, nelle Rsa e in alcuni uffici

di Manuela Correra   
Covid, verso un'estate in libertà: le regole in spiaggia. Mascherine e green pass: novità dal 1° maggio

La curva pandemica in Italia, pur con fisiologiche fluttuazioni, si conferma sostanzialmente stabile, anche se tende ad aumentare leggermente l'occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid nei reparti ordinari degli ospedali così come l'incidenza dei casi in alcune province. Una situazione definita di 'plateau' che ci proietta comunque verso un ulteriore allentamento delle misure in atto, con la prospettiva molto probabile di un'estate senza l'obbligo di mascherina anche nei luoghi al chiuso.

L'andamento della pandemia

La fotografia dell'andamento epidemico nel nostro Paese, sulla base dell'ultimo monitoraggio settimanale Iss-ministero della salute, indica dunque un trend stabile in relazione al parametro dell'occupazione dei posti letto ospedalieri, che si conferma al 4,2% per le terapie intensive (ben al di sotto della soglia di allerta del 10%) e al 15,8% per i reparti ordinari, la cui occupazione in 24 ore è però lievemente salita fissandosi nuovamente sulla soglia di allerta del 16%. A indicarlo sono i dati riferiti al 25 aprile dell'Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), che sottolinea come a livello regionale siano poche le oscillazioni, con 5 regioni che superano però la soglia del 20% di occupazione nei reparti di area medica: Umbria (34%), Calabria (27%), Abruzzo (23%), Sicilia (22%), Basilicata (21%).

Al contempo tuttavia, secondo le analisi del matematico del Cnr Giovanni Sebastiani, aumenta nelle province italiane l'incidenza dei positivi ai test molecolari e antigenici e sono 37 quelle in cui si rileva un trend di crescita e un aumento percentuale dell'incidenza negli ultimi sette giorni maggiore di almeno il 10% rispetto a quella dei sette giorni precedenti. In questo quadro, si pensa ai prossimi allentamenti delle misure anti-Covid.

Mascherine

Stando alle ultime dichiarazioni di esponenti del governo, le mascherine dovrebbero rimanere obbligatorie solo a bordo dei mezzi di trasporto, negli ospedali e Rsa, in cinema e teatri. O almeno è quanto ha dichiarato ancora oggi il sottosegretario alla Salute, Andrea Costa a SkyTg24, sottolineando che tuttavia sul tema "c'è una riflessione in corso nel governo ed entro questa settimana sarà fatta una sintesi". "Credo che sia giunto il momento di dare fiducia agli italiani e passare alla forte raccomandazione per la mascherina al chiuso passando con la proroga di un mese per l'obbligo in modo da arrivare a un'estate senza restrizioni", ha aggiunto, per poi sottolineare: "La mascherina rimarrà obbligatoria sul trasporto pubblico, nelle rsa e negli ospedali, nei teatri e cinema ma non negli esercizi commerciali e neanche nei luoghi di lavoro. Per passare poi ad ad una raccomandazione".

Intanto, in attesa di una nuova decisione sul tema, il decreto covid varato lo scorso 17 marzo, stabilisce fino al 30 aprile l’obbligo generale di mascherine al chiuso; l’obbligo di FFP2 all’aperto che viene mantenuto per concerti e stadi; l’obbligo di FFP2 al chiuso per palazzetti sportivi, cinema e teatri, mezzi di trasporto e funivie negli impianti di risalita.

Green pass base e rafforzato

Lo stesso decreto covid del 17 marzo scorso stabilisce inoltre dal 1° maggio l'eliminazione del green pass per l'accesso al luogo di lavoro. Eliminazione del green pass dal 1° maggio anche per bar e ristoranti anche al chiuso; - mense e catering continuativo; - accesso degli spettatori a spettacoli al chiuso (cinema, teatri) e a eventi sportivi ; - studenti universitari; - centri benessere; - attività sportive al chiuso e spogliatoi; - convegni e congressi; - corsi di formazione; - centri culturali, sociali e ricreativi al chiuso; - concorsi pubblici; - sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò; - colloqui visivi in presenza con i detenuti negli istituti penitenziari; - feste al chiuso e discoteche; - mezzi di trasporto.

Vaccino e green pass dove resta l'obbligo

Fino al 31 dicembre 2022 resta invece l’obbligo vaccinale con la sospensione dal lavoro per gli esercenti le professioni sanitarie e i lavoratori negli ospedali e nelle RSA; fino alla stessa data rimane obbligatorio il green pass per visitatori in RSA, hospice e reparti di degenza degli ospedali. Per le forze dell'ordine, le forze armate, il personale della scuola e delle università, ma anche gli over 50 l'obbligo vaccinale resta in vigore fino al prossimo 15 giugno.

Le regole in spiaggia

In molte regioni, la stagione balneare è già partita e sarà all’insegna di regole più permissive, con regole allentate per quanto riguarda il distanziamento sociale. Alcune Regioni e Comuni (come diverse zone dell’Emilia Romagna e del Molise) hanno previsto di mantenere distanze più ampie. Nel resto d’Italia si torna ai 7,5 metri quadri per ombrellone (3 metri di distanza tra le file e 2,5 metri tra gli ombrelloni della stessa fila). Nelle ultime due estati il distanziamento prevedeva un’area di 10 metri quadri per ogni postazione. 

Sport e ristoranti

Importante continuare a fare una “regolare e frequente igienizzazione delle aree comuni, spogliatoi, cabine, docce, servizi igienici, comunque assicurata dopo la chiusura dell’impianto”. Per lettini, sedie a sdraio, ombrelloni è previsto che vadano “disinfettati a ogni cambio di persona o nucleo familiare, e in ogni caso ad ogni fine giornata”. Le nuove linee guida del Ministero danno il via libera anche a tutti gli sport in spiaggia e ai balli di gruppo, per cui non serve indossare mascherina. Al bar si potrà consumare anche in piedi senza alcun distanziamento. Anche in discoteca cade ogni limite di capienza. Mentre in ristoranti e pizzerie all’aperto non servirà distanziamento tra i tavoli. Al chiuso resta l’obbligo di distanziamento di un metro,

di Manuela Correra   

I più recenti

Scarcerato presunto uomo di fiducia cosca Bellocco
Scarcerato presunto uomo di fiducia cosca Bellocco
Maltempo Liguria, Toti chiederemo estensione stato d'emergenza
Maltempo Liguria, Toti chiederemo estensione stato d'emergenza
Trasporta in auto 4 chili di cocaina, arrestato nel Catanese
Trasporta in auto 4 chili di cocaina, arrestato nel Catanese
Caso Pifferi: sciopero avvocati, al confronto anche alcuni pm
Caso Pifferi: sciopero avvocati, al confronto anche alcuni pm

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...