Maltempo: i funerali del piccolo Mattia a Barbara il 27 settembre. Il padre presenta esposto in procura

Nessuna traccia invece di Brunella trascinata via dall'acqua con i figli Noemi, 17 anni, deceduta, e Simone, 23 anni, il quale si era messo in salvo aggrappandosi a una pianta

Maltempo: i funerali del piccolo Mattia a Barbara il 27 settembre. Il padre presenta esposto in procura
di TiscaliNews

I funerali del piccolo Mattia Luconi, 8 anni, vittima dell'alluvione che ha colpito il Senigalliese il 15 settembre scorso, si "svolgeranno martedì 27 settembre alle ore 15 con rito cattolico presso la chiesa di Santa Maria assunta di Barbara (Ancona)". Lo fa sapere con un post su Facebook Davide Dellonti, sindaco di San Lorenzo in Campo (Pesaro Urbino), dove il bambino viveva con la madre Maria Silvia Mereu. La salma sarà tumulata presso il cimitero di San Pietro di Arcevia.

Mattia si trova nella camera mortuaria dell'ospedale di Senigallia che sarà aperta alle visite dalle ore 9 di lunedì. 26 settembre. Sarò peroclamato lutto cittadino in concomitanza dei funerali del piccolo Mattia, in segno di stima, affetto, rispetto e partecipazione al profondo dolore della mamma Silvia, del babbo Tiziano, dei nonni Mimma, Millo e Marisa, degli zii Caterina con Alessandro e Paolo con Alice, dei cugini e dei parenti tutti. Da parte di tutta la comunità laurentina, - conclude Dellonti - ancora scossa e profondamente colpita, un abbraccio fraterno ai genitori ed ai parenti tutti".

"Non è possibile nel 2022 morire per una pioggia". Dopo il trauma per il ritrovamento del corpo del piccolo Mattia, a otto giorni da quel maledetto 15 settembre quando il bambino venne travolto dalla piena del Nevola, che ha posto fine alle speranze quasi nulle di trovarlo ancora vivo, per il papà Tiziano Luconi è arrivata anche la rabbia per una tragedia che forse poteva essere evitata e la necessità di chiarire eventuali responsabilità. "Presenteremo un esposto in Procura - ha annunciato Tiziano, che abita a Barbara (Ancona) -. Non voglio che succeda mai più, che altri Mattia vengano sacrificati in questo modo, che altri genitori piangano la morte dei figli.

Le Procure di Ancona e Urbino hanno aperto fascicoli: la prima per inondazione e omicidio plurimo colposi, la seconda per l'inondazione. Anche Tiziano si muoverà: "all'improvviso ho sentito dentro di me il bisogno di chiamare un amico avvocato: presenteremo un esposto", ha dichiarato, sollevando anche la questione dei fiumi ostruiti da legna e detriti. Mattia, dice, 'resterà' comunque sempre con lui e la mamma, l'ex moglie Silvia che era con il bambino e ha tentato disperatamente di salvare entrambi uscendo dal finestrino dell'auto invasa dall'acqua: lei ce l'ha fatta per miracolo, Mattia purtroppo no.

Nessuna traccia invece di Brunella trascinata via dall'acqua con i figli Noemi, 17 anni, deceduta, e Simone, 23 anni, il quale si era messo in salvo aggrappandosi a una pianta. I soccorritori hanno cercato in particolare tra Trecastelli e Senigallia: i sub si sono immersi in laghetti vicini al luogo di ritrovamento di Mattia, e verso la foce del Misa, senza alcun esito. Le squadre di terra - oltre 100 unità - hanno scandagliato varie aree tra cui quella di Bettolelle di Senigallia mentre l'elicottero ha effettuato sorvoli bassi con portellone aperto e personale specializzato in questo tipo di ricerca. Ma ancora nulla. Le ricerche non sono state fermate dall'allerta gialla scattata per il weekend e proseguiranno nei prossimi giorni: la pioggia ha ingrossato Nevola e Misa, senza causare criticità.