Magnini bagnino di lusso: salva un turista dalla morte nelle acque della Sardegna

Il due volte campione del mondo e medaglia di bronzo olimpica ha soccorso il bagnante vittima di un malore i mare aperto a Cala Sinzias

Filippo Magnini
Filippo Magnini
TiscaliNews

Per fortuna c'era Filippo Magnini. Solo il pronto intervento dell'ex nuotatore di Pesaro - medaglia di bronzo olimpica e due volte campione del mondo dei 100 stile libero - ha salvato la vita a un turista che nel pomeriggio ha accusato un malore mentre stava facendo il bagno nelle acque di Cala Sinzias, fra Villasimius e Costa Rei, in provincia di Cagliari. La notizia è stata resa nota all'ANSA dal direttore della Provincia di Cremona, Marco Bencivenga testimone oculare dell'episodio.

Pronto intervento

Erano le 15.15 quando il bagnante in compagnia di alcuni amici è andato in crisi nel tentativo di rincorrere a nuoto un grande cigno gonfiabile che stava per essere portato lontano dal vento. Lo sforzo si è rivelato eccessivo e gli amici hanno subito capito che serviva aiuto: urlando hanno richiamato l'attenzione dei bagnini del Lido Tamatete, che sono scesi di corsa dalla torretta di osservazione per salire sul gommone di salvataggio e raggiungere il bagnante in difficoltà.
Ancor più vicino al punto dell'emergenza, però, si trovava Magnini, che stava facendo il bagno nello stesso specchio d'acqua insieme alla campagna Giorgia Palmas e non ha esitato un solo istante a intervenire: con alcune velocissime bracciate l'ex nazionale di nuoto ha raggiunto il turista colpito da malore e lo ha letteralmente tenuto a galla, in attesa dell'arrivo dei soccorritori.