[La storia] Chiara Ferragni e simili hanno le ore contate. Il fenomeno Miquela e lo spot 'disumano' delle polemiche

Sessualmente "fluida", multietnica, con tutti gli accessori al punto giusto, giovane. La influencer creata dall'intelligenza artificiale è una star. E arrivano le altre

Chiara Ferragni in una foto dal suo profilo Instagram. A destra: Bella Hadid bacia Lil Miquela nello spot Calvin Klein
Chiara Ferragni in una foto dal suo profilo Instagram. A destra: Bella Hadid bacia Lil Miquela nello spot Calvin Klein
di Cristiano Sanna   -   Facebook: Cr.S. su Fb   Twitter: @Crikkosan

Viso multietnico, frangetta, gusti sessuali aperti e fluidi, tutti gli accessori al punto giusto e un fascino unico, tanto da rendere lesbica una eterosessuale dichiarata come la supermodella Bella Hadid. Pronta a baciarla in uno spot che sta avendo grande successo e provocando parecchie discussioni. E' nata l'influencer perfetta, e infattii suoi follower su Instagram hanno sfondato quota 1 milione e seicentomila. Lil Miquela Sousa è il fenomeno del momento e promette di rendere la vita durissima a Chiara Ferragni e colleghe. Perché è studiando trend social, incrociando dati sensibili e monitorando abitudini d'acquisto e propensione ai click che Miquela è stata creata. Dall'intelligenza artificiale. Lil Miquela è nata nella Silicon Valley, le sue canzoni sono già sufficientemente virali e in continua crescita su Spotify ed è testimonial di Prada e Calvin Klein. Il suo successo mette in seria discussione le carriere delle influencer in carne ed ossa, costruite faticosamente e con continui aggiustamenti da consulenti esperti, fino a raggiungere fatturati da oltre 15 milioni di euro l'anno, vedi proprio la 'nostra' Ferragni. Ma che accadrà nel prossimo futuro?

Guadagnare con l'immagine: se il computer lo fa meglio

Il successo di Miquela Sousa e dello spot in cui, dividendo la comunità Lgbt che si è sentita in parte presa in giro e sfruttata cinicamente, bacia appassionatamente la bellissima etero Hadid, apre una nuova era di applicazioni dell'intelligenza artificiale per simulare in modo sempre più perfetto gli esseri umani. Su questo fronte si lavora da tempo e con altre applicazioni: dagli ologrammi che fanno rivivere sul palco per poco tempo Michael Jackson o Tupac Shakur agli insegnanti virtuali di corsi online, fino ai tutor degli home banking e al giornalista virtuale cinese da tg che ha debuttato tempo fa, stupendo il mondo. Non si era mai vista un'applicazione così realistica, sofisticata e affascinante applicata al mondo della moda, dei testimonial social, e dunque degli influencer. E non esistono regole definitive su questo tipo di uso, cosa che invece vale per ovvie ragioni quando si parla di esseri in carne ed ossa.

Il conduttore di tg virtuale già in servizio nella tv cinese

Fidarsi è bene: ma di chi?

Con il successo della influencer costruita dall'intelligenza artificiale Lil Miquela Sousa, il mondo della pubblicità è a un bivio: da un lato ha molta più libertà di uso e di personalizzazione del testimonial di turno, dall'altro deve scontare la tradizione dell'immaginario degli spot, per cui più un personaggio è realistico più è affidabile. Cristiano Ronaldo che pubblicizza attrezzi da palestra è un capitale certo e remunerativo su cui investire a livello di marketing, un personaggio creato dal computer ha una percezione diversa presso il pubblico, come fa notare l'ottimo articolo di commento firmato da Tiffany Tsu per il New York Times. Ma la questione di fiducia è solo questione di tempo, e sullo stesso editoriale il fondatore di Reddit, Alexis Ohanian, è spiccio nel confermare che l'uso di avatar sofisticatissimi sconvolgerà a breve il mondo della pubblicità e dell'intrattenimento social: "I social media finora sono stati in gran parte il dominio dei veri esseri umani che sono finti. Gli avatar sono il futuro".

In effetti, gli influencer creano un'immagine di vita felice, ideale, lussuosa, tutta sorrisi, colori perfetti, pelle splendida, e investono cifre ingenti in questo, da Kim Kardashian a Chiara Ferragni. Ma che succede quando l'emulazione computerizzata arriva prima ancora al risultato ideale, e con risparmio di denaro (pensiamo alle centinaia di scatti fotografici realizzati per trovare la singola posa giusta per una campagna pubblicitaria)? 

Modelli e modelli perfetti, realizzati dall'intelligenza artificiale e commissionati dal marchio Balmain

Anche il pollo fritto non è più lo stesso

Nel mentre, anche il marchio multinazionale di alimentazione Kfc, quello che vende pollo fritto in tutto il mondo, ha rifatto in modo tridimensionale e ultra realistico l'immagine del suo personaggio simbolo, il colonnello Sanders. E sono molti i marchi che pensano di rivolgersi all'intelligenza artificiale per creare su misura del loro pubblico di riferimento il testimonial perfetto. Essere bellissimi, sprigionare fascino e fatturato da ricchi sarà sempre più difficile per gli influencer umani. Il futuro è già qui, ha una fretta del diavolo e non guarda in faccia a nessuno. Altrimenti non avremo i casi di attrici famose (da Gal Gadot a Scarlett Johansson) le cui espressioni facciali perfettamente campionate dai computer sono state montate su corpi di pornostar. Ritrovandosi nel ruolo di attrici hard loro malgrado. Al pubblico di Pornhub piace moltissimo. 

Una foto dal profilo Instagram di Lil Miquela Sousa