Salgono i contagi: nuovo Dpcm in arrivo. Verso obbligo di mascherine all'aperto. Nel Lazio norma in vigore

Nel decreto previsto anche un invito ai governatori ad attenersi alle regole stabilite sugli eventi, con un limite massimo di 200 spettatori per quelli al chiuso e non oltre i 1000 per gli eventi all'aperto

Nicola Zingaretti
Nicola Zingaretti
TiscaliNews

Mascherine all'aperto in tutta Italia e la possibilità di un richiamo ai governatori per attenersi ai numeri, già contenuti nel Dpcm in vigore, per gli eventi al chiuso e all'aperto, in particolare quelli sportivi. Fonti di governo spiegano che i contenuti del nuovo Dpcm -che potrebbero essere discussi nel Cdm di lunedì sera in vista della proroga dello stato d'emergenza al 31 gennaio - potrebbero prevedere anche un richiamo, o meglio un invito ai governatori ad attenersi alle regole stabilite sugli eventi, con un limite massimo di 200 spettatori per quelli al chiuso e non oltre i 1000 per gli eventi all'aperto.

Il giro di vite

Le ordinanze regionali che eccedono i paletti contenuti anche nell'attuale Dpcm non sono state impugnate dal governo "per non inasprire il clima - spiegano le stesse fonti - ma con il balzo dei contagi bisogna riportare tutti al rispetto delle regole, senza eccezioni". Si guarda, in particolare, al governatore dell'Emilia Romagna Stefano Bonaccini, con le partite della bolognese Virtus aperte a un massimo di 2000 spettatori. "Non vogliamo certo andare allo scontro - proseguono - però bisogna alzare il livello di guardia".

La conferma di Conte

"E' stata appena adottata da qualche Regione, ha spiegato il Premier Conte a Bruxelles, la decisione di obbligare a indossare mascherine all'aperto: hanno valutato critica la situazione. Siamo in costante aggiornamento con il ministro della Salute e gli esperti del Cts. Torneremo a confrontarci con le Regioni e deliberemo" se estendere l'obbligo a tutta Italia. "Al momento non abbiamo deliberato nessuna misura in questa direzione". 

Obbligo di mascherine nel Lazio

Esclusi per i bambini al di sotto dei sei anni, tutti gli altri è stato emanato "l'obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina nei luoghi all'aperto, durante l'intera giornata, fatte salve le ulteriori specifiche misure di sicurezza previste nelle linee guida e nei protocolli di settore vigenti ai sensi dell'Ordinanza n. 56/2020 e delle disposizioni nazionali vigenti". Questo quanto annunciato dal governatore Nicola Zingaretti, che ha parlato della nuova ordinanza nel corso della conferenza stampa in diretta dall'ospedale Spallanzani di Roma. 

 

Vaccinazioni in Farmacia

"Per la prima volta diamo la possibilità alle farmacie di vendere i vaccini antinfluenza li e, dove ci sono le condizioni cliniche e logistiche, la somministrazione dei vaccini antinfluenza li". Così l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato nel corso di una conferenza stampa allo Spallanzani. "Mettiamo a disposizione delle farmacie del Lazio 100mila dosi di vaccino antinfluenzale. E' il numero più alto in Italia" ha spiegato D'Amato. "Le farmacie possono venderlo o laddove ci sono requisiti tecnici legati a locali idonei, attrezzature e personale possono sommianistrarlo anche ai cittadini. Questa è la novità. Il numero che ci hanno indicato è di circa 400 farmacie sul territorio in grado di adempiere all'attività avendo anche svolto corsi specifici. Con questa modalità il Lazio si avvicina un po' più in Europa dove è già diffusa. Non è una costrizione ma un'opportunità" , ha concluso.