Tiscali.it
SEGUICI

Lancia sassi ai cani, inchiodato dalla telecamera e condannato

di Ansa   
Lancia sassi ai cani, inchiodato dalla telecamera e condannato

(ANSA) - ROMA, 22 MAR - Aveva tentato di colpire i cani che si trovavano sul terrazzo di una vicina di casa, lanciando dei sassi dal basso di una palazzina e sperando di farla franca, ma l'uomo non ha fatto i conti con l'impianto di videosorveglianza che la donna aveva installato a tutela dei suoi 'quattrozampe'. Nel confermare la condanna dell'imputato, Giuseppe M. - un 73enne di Ghedi (Brescia) - giudicato colpevole del tentativo di fare del male ai cani della signora, fatto avvenuto nel bresciano, la Cassazione ha respinto la tesi difensiva che ha sostenuto che non erano utilizzabili nel processo "le immagini degli impianti di videosorveglianza privata installati illegittimamente" in quanto, a suo dire, erano troppo invasive della privacy altrui.

A sostegno della sua denuncia, la proprietaria dei cani aveva allegato le riprese video che erano l'unica prova contro l'uomo. Con riferimento ai filmati, gli 'ermellini' affermano che "le riprese video allegate alla denuncia-querela non sono soggette alla disciplina delle intercettazioni e costituiscono invece prove documentali legittimamente acquisibili, mentre la tutela della riservatezza non è assoluta, ma sub-valente rispetto all'esigenza di acquisizione probatoria del processo penale". Dunque fanno fede i filmati delle telecamere private, anche quelle con un raggio d' azione 'eccessivo'. In favore della proprietaria dei cani sono state liquidate, a carico di Giuseppe M., 2.340 euro come condanna generica al risarcimento del danno. Anche se, fortunatamente, i cani presi di mira non sono stati colpiti, la Cassazione ricorda che - per dar luogo all'indennizzo - è "sufficiente l'accertamento della potenziale capacità lesiva del fatto dannoso e dell'esistenza di un nesso di causalità tra questo e il pregiudizio lamentato, desumibile anche presuntivamente". (ANSA). .

di Ansa   
I più recenti
'One Health Project - Scuole in Azione', il 3 giugno a Roma l'evento finale
'One Health Project - Scuole in Azione', il 3 giugno a Roma l'evento finale
Impagnatiello narcisista ossessivo-compulsivo: le due donne, la doppia vita il crollo. La perizia...
Impagnatiello narcisista ossessivo-compulsivo: le due donne, la doppia vita il crollo. La perizia...
Violenza sessuale su donna in villa comunale, fermato 16enne. Salvata da un passante dopo le urla
Violenza sessuale su donna in villa comunale, fermato 16enne. Salvata da un passante dopo le urla
Ori Martin, Cina invade auto elettriche, Europa non competitiva
Ori Martin, Cina invade auto elettriche, Europa non competitiva
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...