Rilevare l’immunità da Covid in 10 minuti? Ora si può grazie a un kit

Il dispositivo apre le porte a strategie di vaccinazione personalizzate in cui le persone vengono vaccinate solo quando è necessario

Team di ricerca di Singapore
Team di ricerca di Singapore (Foto dal Web)
TiscaliNews

Un gruppo di ricercatori della Singapore-MIT Alliance for Research and Technology (SMART) in collaborazione con la Nanyang Technological University (NTU) ha realizzato un kit che permette di confermare in soli 10 minuti se un individuo ha gli anticorpi contro il SARS-CoV-2 e le sue varianti.

Il nuovo test

Il test che misura gli anticorpi prodotti dal paziente si effettua tramite il prelievo di una goccia di sangue da un dito ed è accurato fino al 93%. Al momento attuale,gli esami di laboratorio convenzionali richiedono tra le 24 e 72 ore. Il nuvo dispositivo apre le porte a strategie di vaccinazione personalizzate in cui le persone vengono vaccinate o vaccinazioni di richiamo vengono effettuati solo e quando necessari. Inoltre il kit può essere "facilmente adattato" per nuove varianti del Covid e possibili malattie in futuro, hanno affermato il team di scienziati.

La protezione data dai vaccini

Uno studio clinico del team di ricerca congiunto ha dimostrato che la protezione offerta dai vaccini attualmente disponibili diminuisce costantemente nell'arco di tre mesi, con diversi gradi di declino tra gli individui. Lo studio ha mostrato che dopo tre mesi di un'iniezione di richiamo, la risposta dell'anticorpo neutralizzante (NAb) contro wildtype e Delta è rimasta ancora alta con una mediana del 91,8%, mentre la mediana contro Beta e Gamma era scesa a 82,7 e per Omicron, un forte calo al 70,7 per cento, in calo dal 92,9 per cento.

Le nuove varianti

L'emergere di nuove varianti con trasmissibilità molto più elevata rispetto al virus wild-type, come Delta e Omicron, ha esacerbato il problema dell'utilizzo di vaccini mRNA sviluppati sulla base del virus wildtype per aumentare l'immunità, soprattutto quando alcuni vaccini attuali mostrano una protezione ridotta contro queste nuove varianti di preoccupazione (VoC). Inoltre, l'esitazione sul vaccino rimane tra sottogruppi limitati della popolazione, dove le persone sono diffidenti nell'assumere il vaccino o le iniezioni di richiamo per paura di effetti collaterali, aggravando ulteriormente la difficoltà nell'impiegare una strategia di vaccinazione diffusa per costruire l'immunità di gregge.