Insulti su Whatsapp alla presidente della Commissione Pari Opportunita' di Roma

di Ansa

"Giu' le mani dagli alpini" "Attaccati al mio c***" "Siete lesbiche" questo il tenore dei messaggi arrivati tramite whatsapp al telefono privato di Michela Cicculli, consigliera di SEL al Campidoglio e presidente della Commissione Pari Opportunita' del Comune di Roma. "Ero stata invitata ad un'assemblea da Non una di Meno Rimini dove si sarebbe parlato di quello che era successo nei giorni del raduno degli alpini in citta'. Non una di meno ha raccolto 500 segnalazioni sulle molestie capitate alle riminesi e alle turiste. Appena si e' saputo della mia partecipazione mi sono arrivati dei messaggi da uno sconosciuto sul telefono privato che mi dicevano di non insultare gli alpini, cosa che io mai avevo fatto, e che sostanzialmente mi dovevo attaccare al c***" Cosi' ad Ansa Michela Cicculli che sta valutando se sporgere denuncia. "Questo ci racconta di una cultura sessista. Come istituzioni dobbiamo lavorare per rendere le citta' sicure per le donne".