Nuove ipotesi sul caso Maddie: sospetti su un pedofilo tedesco. "Pensiamo che Maddie sia morta"

"Chi sa qualcosa parli", è l'esortazione del pubblico ministero che ha riaperto le indagini. La bambina scomparve in Portogallo nel 2007

TiscaliNews

Si chiama Martin Ney ha 43enne è un pedofilo tedesco ed è, secondo la polizia sospettato di aver sequstrato ed ucciso la piccola Maddie. E' lui l'uomo sul quale la poizia tedeca sta indagando. Lo ha confermato il portavoce della procura di Hannover, Thomas Klinge, responsabile per i casi di pornografia infantile nella Bassa Sassonia, secondo quanto riferisce Dpa. La procura peraltro ritiene che la piccola Maddie sia stata uccisa.

L'uomo è già stato condannato all'ergastolo per la morte di tre bambini, il suo identikit corrisponde a quello di un uomo visto aggirarsi nei pressi del resort, poco dopo la sparizione della piccola. Ed è una delle due “persone di interesse” su cui gli inquirenti portoghesi stanno concentrando l'attenzione e che vogliono interrogare. Ney è in carcere dal 2012 per aver rapito e ucciso tre ragazzini piccoli e abusato di molti altri. Conosciuto come l''uomo mascherato', negli anni '90 aveva viaggiato in Portogallo. L'anno scorso Ney avrebbe confessato un quarto omicidio ad un compagno di cella, un ragazzino francese di 10 anni, sparito da un campo scuola a Saint-Brevin-les-Pins nel 2004.

La piccola Madeleine McCann, scomparsa a Praia da Luz, una località di villeggiatura frazione di Lagos nella regione di Algarve, in Portogallo, all'età di 3 anni, era in vacanza con i genitori in un appartamento in affitto. La sera della scomparsa, si pensò subito a un rapimento, i genitori si trovavano a cena in un ristorante. 

Secondo l'ufficio criminale federale Ney tra il 1995 e il 2007 ha frequentato regolarmente l'Algarve, dove aveva lavori occasionali nella ristorazione e si guadagnava da vivere commettendo piccoli reati come spaccio di droga e furti con scasso nei complessi alberghieri e nelle case vacanze, secondo quanto riferisce la polizia.