Incendio impressionante in una azienda di vernici: fiamme di 20 metri - Foto e video

Veneto, dal rogo si sono alzate enormi volute di fumo nero, visibili da decine di chilometri di distanza. Molti gli automobilisti che hanno dato l'allarme

La fabbrica in fiamme (Ansa-Vigili del fuoco)
La fabbrica in fiamme (Ansa-Vigili del fuoco)
TiscaliNews

È sotto controllo, anche se il materiale continua a bruciare e produrre fumo, l'incendio che dalle 13 ha devastato l'azienda "Isello vernici" di Brendola (Vicenza). Il violento rogo, con fiamme alte 20 metri, si è velocemente propagato per oltre un centinaio di metri nei diversi capannoni posizionati tra la SP500 e l'autostrada A4 Brescia-Padova, con la colonna di fumo nero denso visibile a chilometri di distanza. Le squadre arrivate da Vicenza, Lonigo e Arzignano, e successivamente dai comandi di Verona, Padova, Treviso, Rovigo e Venezia, con una ventina di automezzi e oltre 60 operatori richiamati in servizio, hanno contenuto l'incendio che avrebbe potuto oltrepassare la strada provinciale con il rischio di interessare aziende situate oltre la carreggiata. Sul posto anche il nucleo NBCR (nucleare biologico chimico radiologico) dei vigili del fuoco di Mestre. Permangono i disagi sull'A4, chiusa tra Montecchio Maggiore e Montebello, con ripercussioni pesanti sulla viabilità secondaria. La società Brescia-Padova ha disposto la chiusura in entrata verso Venezia del casello di Soave.

Monitoraggio dell'aria

Oltre che a Brendola e nel capoluogo Vicenza, dove il sindaco Francesco Rucco ha invitato i cittadini a tenere le finestre chiuse e a non sostare all'esterno, c'è preoccupazione pure in altri comuni del vicentino per il rogo all'azienda 'Isello vernici'. In queste ore anche le amministrazioni di Montecchio Maggiore, Creazzo, Sovizzo e Altavilla Vicentina rivolgono l'invito ai cittadini di rimanere all'interno delle proprie case con le finestre chiuse e limitare le presenze all'esterno. A Creazzo, in via precauzionale, è stata chiusa anche una piscina all'aperto e il polisportivo. Intanto sul luogo dell'incendio l'Arpav, l'agenzia regionale per la protezione dell'ambiente, sta monitorando l'aria.

La fabbrica di vernici in fiamme (Ansa-Vigili del Fuoco)

L'azienda

L'azienda colpita dal rogo è la 'Isello Vernici', in via Orna. Non risultano conseguenze per gli operai o altre persone residenti nell'area. Allo spegnimento hanno lavorato una ventina di squadre dei pompieri, giunte da Vicenza e da altre città della regione. Le fiamme sono divampate in modo violento.

L'incendio è stato preceduto da alcune esplosioni, udite in un vasto raggio, come avrebbero riferito alcuni testimoni. Il sindaco del paese, Bruno Beltrame, ha avvisato la popolazione di restare in casa con le finestre chiuse e di non avvicinarsi alla zona del rogo.

La fabbrica di vernici in fiamme (Ansa-Vigili del Fuoco)

Chiusa la A4

Attualmente anche l'autostrada A4 è chiusa in entrambe le direzioni nel tratto Montebello-Montecchio Maggiore a causa del grave incendio. Nonostante l'intenso lavoro di decine di pompieri, la situazione è ancora molto critica, e le fiamme rischiano di propagarsi ad altri capannoni, dove si trovano altri solventi. La zona dell'incendio è completamente transennata nell'arco di diversi chilometri e c'è il divieto assoluto di avvicinarsi a residenti e curiosi. Carabinieri e polizia municipale del comprensorio invitano gli automobilisti ad allontanarsi dal luogo. Sul posto il sindaco di Brendola che nelle prossime ore potrebbe emettere altre ordinanze, dopo il consiglio rivolto di chiudere le finestre ai suoi cittadini. I tecnici dell'Arpav stanno monitorando la qualità dell'aria.