Il ministro Guerini al nuovo centro vaccini della Difesa a Varese

di Askanews

Varese, 3 apr. (askanews) - Il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, accompagnato dal Presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e dal Sindaco di Varese, Davide Galimberti ha inaugurato il nuovo centro vaccini di Varese, intitolato alla memoria di "Giuseppe Zamberletti", fondatore della Protezione civile.La struttura, allestita dal personale dell'Esercito, coprirà la campagna vaccinale di circa 300mila persone, a cominciare dagli over80.Erano presenti anche il coordinatore del piano vaccini anti-Covid della Lombardia, Guido Bertolaso, il Presidente della Provincia Emanuele Antonelli, il direttore generale di ASST Settelaghi, Bonelli e le autorità militari, politiche e civili.Nel corso del suo intervento, Guerini ha ricordato le sue origini lombarde e ringraziato i tanti uomini e donne delle Forze armate per l'impegno nella battaglia contro la pandemia, negli ospedali da campo, per il trasporto di pazienti e materiale sanitario, nei Drive Through per lo screening della popolazione e ora, nei presidi vaccinali."Oggi abbiamo un traguardo da raggiungere - ha detto Guerini - implementare il numero di vaccinazioni da realizzare. C'è stata una crescita progressiva, del numero giornaliero di vaccinazioni, dalle 70mila di gennaio alle circa 300mila attuali. Bisogna arrivare all'obiettivo di mezzo milione al giorno che è quello che è stato fissato e raggiungere i risultati di una campagna di vaccinazione efficace che consenta alla nostra società di riprendere la propria esperienza e la propria modalità abituale di lavoro e di vita".La nuova struttura, sulle rive del lago di Varese, è stata allestita in 38 ore di lavoro dal Reggimento Tattico Logistico della Brigata di supporto al NATO Rapid Deployable Corps di stanza a Solbiate Olona (Va) e consta di due tensostrutture di oltre 50 metri e larghe 12, per un totale di 1.224 metri quadri.Grazie alla collaborazione della Protezione Civile, di Ats Insubria, dell'ASST Settelaghi e del Comune di Varese, a pieno regime ospiterà oltre 2.500 persone al giorno e sarà il punto di riferimento per le vaccinazioni del capoluogo varesino e dei comuni vicini. Dapprima saranno vaccinate le persone over80 e, a partire dal 12 aprile, la campagna coinvolgerà gradualmente tutta la popolazione del territorio, fino a 300mila cittadini.Intanto continua incessantemente l'impegno della Difesa in tutto il Paese, sia per il tracciamento del virus sia per il supporto alla campagna vaccinale con due grandi operazioni dirette dal Comando Operativo di Vertice Interforze: "IGEA" per le attività di screening ed "EOS" per il trasporto logistico e la somministrazione dei vaccini.