Tiscali.it
SEGUICI

Guida francese morta a Courmayeur, 'aveva un cuore d'oro'

di Ansa   
Guida francese morta a Courmayeur, 'aveva un cuore d'oro'

(ANSA) - AOSTA, 27 FEB - "Era veramente generoso, un'anima buona, un cuore d'oro. Che perdita enorme". Sui social amici e colleghi piangono la guida alpina Yan Raulet, il sessantenne francese morto ieri a Courmayeur (Aosta) in un incidente con gli sci in fuoripista. Residente a Chamonix (Francia), è precipitato da un salto di roccia per circa 20 metri dopo essersi staccato dal gruppo che guidava per andare a verificare un percorso. I quattro clienti che lo aspettavano, non vedendolo tornare, hanno dato l'allarme.

Non sono serviti i tentativi di rianimazione, durati circa un'ora, da parte del medico dell'equipaggio del Soccorso alpino valdostano. L'incidente si è verificato in una zona in fuoripista non vietata agli sciatori, tra gli impianti di risalita Zerotta e Peindeint. Gli accertamenti sono affidati alla polizia di Stato. Raulet era una guida alpina indipendente, non iscritta ad associazioni, ed era conosciuto anche in Valle d'Aosta, in particolare ai piedi del Monte Bianco, dove spesso portava i suoi clienti. Lascia la moglie e una figlia. "Spirito libero", grazie al "tuo piccolo sito web fatto in casa che avevi realizzato e gestito da autodidatta e che ancora fa innervosire i grandi nomi locali nei risultati di ricerca" online, "mi davi lavoro ogni inverno - scrive sui social una persona amica, oltre che collega - e molto spesso non ricevevi alcuna commissione". Ma "chiedevi solo di tanto in tanto qualche buona bottiglia di questo buon vino, che amavi forse almeno quanto lo sci e i passi alpini o pirenaici. Ti sei giustificato rallegrandoti di partecipare così allo 'sforzo rivoluzionario". (ANSA). .

di Ansa   

I più recenti

Sassi contro i treni, 5 minorenni denunciati nel Lodigiano
Sassi contro i treni, 5 minorenni denunciati nel Lodigiano
I genitori dell'ostaggio Hersh Goldberg-Polin: firmate cessate-il-fuoco
I genitori dell'ostaggio Hersh Goldberg-Polin: firmate cessate-il-fuoco
Presidio contro la tortura al Beccaria: Tutti fuori dalle galere
Presidio contro la tortura al Beccaria: Tutti fuori dalle galere

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...