Flash mob al Viminale contro porti chiusi, mani sporche di sangue

Codice da incorporare:
di Askanews

Roma, (askanews) - Presidio nonviolento davanti al Viminale promosso dai Radicali, insieme ad alcuni esponenti di Ong. Per denunciare i morti in mare e la chiusura dei porti. Nel 2018 sono morte nel Mediterraneo circa 1500 persone. Oltre 500 lasciate morire solo nell'ultimo mese. "Questa è l'unica verità in mezzo a tante menzogne. Non vogliamo essere complici di questa strage di Stato", affermano i partecipanti che hanno mostrato le mani dipinte di rosso."Siamo qui per manifestare contro la decisione di chiudere i porti, e far morire le persone!. "Una manifestazione spontanea di cittadini che pensano sia diventato inaccettabile ciò che sta facendo il governo italiano e il ministro Salvini".