L'estate è finita, l’autunno è ormai alle porte: da domenica piogge e temporali

Non solo sul calendario, lunedì 23 infatti sarà il primo giorno d’autunno, ma anche a livello meteorologico il tempo sta cambiando

L'estate è finita, l’autunno è ormai alle porte: da domenica piogge e temporali
TiscaliNews

A breve le belle giornate estive saranno solo un ricordo. È in arrivo con l'autunno una nuova perturbazione, che porterà piogge e temporali da domenica. "Dopo l'impulso instabile delle ultime ore - spiega il meteorologo di 3bmeteo.com, Edoardo Ferrara - avremo una breve parentesi anticiclonica con tempo più soleggiato fino a sabato compreso e temperature diurne gradevoli e in linea con le medie o lievemente al di sopra. Tuttavia - avverte - già da Ovest la nuvolosità tenderà gradualmente ad aumentare, per l'avanguardia di una nuova perturbazione atlantica che raggiungerà l'Italia domenica".

Le previsioni per sabato

Sole prevalente, salvo maggiore nuvolosità su Alpi, Prealpi, Piemonte e Sardegna orientale. Nel corso della giornata nubi in progressivo aumento da Ovest verso Est, con prime deboli piogge tra sera e notte tra Liguria, basso Piemonte, coste tosco-laziali, sparse anche in Sardegna. Qualche pioviggine non esclusa sul resto del Nordovest in nottata. Temperature in lieve aumento, massime in genere tra 23°C e 27°C, anche inferiori sulle adriatiche.

Piogge e temporali da domenica

Il tempo sarà in peggioramento "con piogge e temporali in arrivo dapprima sulle regioni di Nordovest e centrali tirreniche, in estensione verso fine giornata anche a Nordest e in misura più marginale al medio versante Adriatico. Non sono esclusi - prosegue Ferrara - fenomeni anche intensi e locali nubifragi in particolare tra Liguria di levante, Toscana e Lazio, in particolare lungo la fascia costiera; poco o nulla invece al Sud con al più un aumento della nuvolosità e qualche sporadico piovasco tra Campania e Molise".

 

Maltempo anche lunedì


Lunedì il maltempo si concentrerà sul Nordest liberando invece il Nordovest; "acquazzoni e temporali sparsi - aggiunge il meteorologo di 3bmete.com - interesseranno anche il Centro-Sud ma in particolare il versante tirrenico, mentre risulteranno più occasionali su quello adriatico dove ci sarà spazio per maggiori aperture; poco o nulla su Sardegna e area ionica".


Tempo instabile

La perturbazione, afferma ancora Ferrara, "martedì abbandonerà l'Italia con miglioramento salvo ultime note instabili al Sud. Nei giorni a seguire l'Italia dovrebbe rimanere contesa tra l'alta pressione e i fronti atlantici, con tempo piuttosto dinamico associato a momenti soleggiati intervallati da qualche passaggio piovoso, più probabile al Nord".