Weekend tra caldo africano e il rischio di forti temporali. Dieci città con bollino arancione

TiscaliNews

Ci attende il fine settimana più bollente del mese di giugno. L'anticiclone africano sarà alla massima potenza. "L’estate ora farà sul serio, grazie all’anticiclone afro-mediterraneo che nei prossimi giorni favorirà condizioni in prevalenza soleggiate su gran parte d’Italia” – lo conferma il meteorologo di 3bmeteo.com Edoardo Ferrara che prosegue – “il caldo sarà in progressiva intensificazione giorno dopo giorno, e con esso anche l’afa. Sono attese punte di oltre 32-33°C sulle zone interne, fino a picchi di 35°C su Emilia, tavoliere pugliese, Sardegna e Sicilia. Qualche grado in meno lungo le coste grazie anche alle brezze marine, ma con sensazione di afa accentuata; condizioni afose anche su Valpadana e in generale nelle grandi aree urbane”.

Attenzione agli improvvisi temporali

Il tempo tuttavia non sarà sempre del tutto stabile” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “non mancheranno infatti locali rovesci e temporali di calore che potranno scoppiare all’improvviso soprattutto su Alpi e Appennino, in particolare durante le ore pomeridiane, occasionalmente anche su Prealpi e fascia pedemontana. Qualche acquazzone o temporale potrà sconfinare anche alle vicine aree di pianura e in generale su regioni come Piemonte, Umbria e Toscana interna. I fenomeni risulteranno in genere localizzati e di breve durate, ma talora intensi a causa dell’accumulo di calore e umidità”.

Fiammata africana nel weekend

Domenica il caldo sarà al picco con punte di 38-39°C in Emilia (Bologna), Marche (Macerata), zone interne toscane, in Calabria, in Puglia. Le uniche note stonate saranno i temporali che nelle ore pomeridiane si svilupperanno diffusamente sulle Alpi per poi scendere localmente anche alle Prealpi e sulle pianure vicine. Assieme ai temporali il rischio di grandinate intense sarà particolarmente elevato. In questa giornata il sole farà fatica a splendere pienamente al Nord e in Sardegna, sarà prevalente invece altrove. Anche nella prossima settimana il caldo non mollerà la presa, e anzi, al Sud aumenterà notevolmente superando facilmente i 42°C.

10 città arancioni, 1 rossa

Dieci città con bollino arancione, che indica condizioni meteo con rischi per la salute e rosso, che indica ondata di calore ed emergenza, per Brescia. Ma già da sabato 19 giugno, 6 le città con bollino arancione. Sabato 19 e domenica 20 bollino arancione per Bologna, Bolzano, Firenze, Perugia e Torino. Domenica 20 si aggiungono in arancione Ancona, Campobasso, Palermo, Rieti, Roma e Verona.

Bollettini ondate calore

 I bollettini sulle ondate di calore in Italia, spiega il ministero della salute come ogni anno vengono pubblicati a partire da maggio dal lunedì al venerdì sul portale, fino a metà settembre. Sono elaborati dal Dipartimento di Epidemiologia SSR Regione Lazio, nell'ambito del Sistema operativo nazionale di previsione e prevenzione degli effetti del caldo sulla salute, coordinato dal ministero. Il sistema è dislocato in 27 città italiane e consente di individuare, giornalmente, per ogni specifica area urbana, le condizioni meteo-climatiche a rischio per la salute, soprattutto dei soggetti vulnerabili come anziani e malati cronici. Le città monitorate sono: Ancona, Bari, Bologna, Bolzano, Brescia, Cagliari, Campobasso, Catania, Civitavecchia, Firenze, Frosinone, Genova, Latina, Messina, Milano, Napoli, Palermo, Perugia, Pescara, Reggio Calabria, Rieti, Roma, Torino, Trieste, Venezia, Verona, Viterbo.