Eni accelera nelle rinnovabili e rivede al rialzo i target

di Askanews

Roma, 2 ago. (askanews) - Nuovo passo di Eni nella sua espansione nelle energie rinnovabili. La società ha appena aggiornato al rialzo i target, con una capacità rinnovabile installata e in costruzione in forte crescita, pari a 2 GW a fine anno. Un significativo aumento rispetto alla precedente previsione di circa 1 GW. Rivisti al rialzo anche i target di crescita per gli anni successivi portati a 4 GW nel 2023, che diventeranno 5 nel 2024 per arrivare a 6 GW nel 2025. Risultati oltre le aspettative, resi possibili dalla crescita interna e da una serie di acquisizioni significative compiute dal gruppo nel giro di 4-5 mesi.L'ultima acquisizione, tramite la controllata Eni gas e luce, riguarda Dhamma Energy Group, una società titolare di una piattaforma per lo sviluppo di impianti fotovoltaici in Francia e in Spagna con un portofaglio di progetti di 3GW e impianti già in esercizio o in fase avanzata di costruzione nella stessa Francia per circa 120 MW. Con questa acquisizione Eni entra nel mercato delle rinnovabili in Francia dove ha già una base importante tra la clientela retail. L'ottica di Eni infatti è quella di acquisizioni selettive in particolare nei paesi in cui è presente con una base clienti così da poter sfruttare appieno le sinergie.Quest'anno ha già portato a casa un'altra acquisizione importante: quella recente con Glennmont Partners per il 100% di un portafoglio di 13 campi eolici onshore in Italia, con una capacità complessiva di 315 MW già in esercizio prevalentemente nel Sud e in Abruzzo.Insieme ai 35 MW già in corso di costruzione in Puglia, Eni raggiunge i 350 MW di capacità eolica installata in Italia, divenendo uno dei principali operatori nel Paese e con questa operazione ha già raggiunto oltre 1,3 GW di capacità installata. E' di febbraio scorso invece l'accordo con X-Elio per l acquisizione di tre progetti fotovoltaici nel sud della Spagna.Tutto questo si muove di pari passo con un'altra iniziativa strategica del gruppo: la piena integrazione del business delle rinnovabili con quello retail per creare un player unico che offra alla clientela energia totalmente pulita.Il gruppo, che ha completato l'integrazione, ha allo studio la valutazione di molteplici opzioni per la miglior valorizzazione di questa società nel corso del 2022, subordinatamente alle condizioni di mercato. Le opzioni comprendono o la quotazione in Borsa tramite un'offerta pubblica iniziale, oppure la cessione o lo scambio di una quota di minoranza.Ad oggi Eni conta circa 10 milioni di clienti. La fusione delle attività retail e rinnovabili punta a massimizzarne la creazione di valore. La nuova società avrà l'obiettivo di sviluppare entro il 2025 una capacità di generazione elettrica da fonte rinnovabile superiore a 6 GW. Energia che sarà offerta alla base clienti che Eni stima possa raggiungere gli oltre 11 milioni entro il 2025 per arrivare a 15 milioni nel 2030.