Papa: pregare rosari e disprezzare gli altri è ateismo pratico

Papa: pregare rosari e disprezzare gli altri è ateismo pratico
di Askanews

Città del Vaticano, 21 ott. (askanews) - "Dio non sopporta l'"ateismo", tra virgolette, di chi nega l'immagine divina che è impressa in ogni essere umano". Così Papa Francesco all'udienza generale. "Quell'ateismo di tutti i giorni: io credo in Dio ma con gli altri distanza e mi permetto di odiare gli altri: questo è ateismo pratico. Non riconoscerla, la persona umana come immagine di dio, è un sacrilegio, è un abominio, è la peggior offesa che si può recare al tempio e all'altare"."Se uno dice: 'Io amo Dio' e odia suo fratello, è un bugiardo", ha deto ancora il Papa. "Chi infatti non ama il proprio fratello che vede, non può amare Dio che non vede. Se preghi tanti rosari al giorno ma poi chiacchieri sugli altri e poi hai rancore dentro, hai odio contro gli altri, questo è artificio pure, non è verità, non è consistente".