Droni e smart glasses, Ennova a Oricola punta su nuove tecnologie

Codice da incorporare:
di Askanews

Oricola (L'Aquila), 16 ott. (askanews) - Droni e smart glasses per la manutenzione delle infrastrutture di telecomunicazioni: si affida alle nuove tecnologie l'azienda Ennova nel nuovo polo tecnologico a Oricola, in provincia dell'Aquila, con l'assistenza da remoto che punta sui nuovissimi occhiali interattivi e sull'uso dei droni professionali che stanno rivoluzionando il mondo dell'assistenza tecnica alle Tlc.Gabriele Tiberi Amministratore Delegato Ennova Next: "Oggi si parla di droni, di droni che sono una sorta di ascensore verso l'alto, di sensoristica, che ti fa inquadrare il problema, senza rischiare risorse su territori impervi o in alta quota. E il cliente con una tecnica di fotogrammetria può vedere tutti i tipi di problemi sul proprio schermo del pc".I droni professionali utilizzati da Ennova sono in grado di inviare in streaming immagini ad alta definizione. Le informazioni raccolte dal drone vengono trasferite alla piattaforma tecnologica appositamente sviluppata da Ennova, che permette di compilare una scheda intervento completa di fotogrammetria 2D e video con tutti i punti di interesse. Ennova porta così in Abruzzo il supporto digitale e di manutenzione a distanza, grazie agli Smart Glasses a Realtà Aumentata testati con successo nel campo dell aviazione.Emiliano Luceri, responsabile infrastruttura ICT: "Gli smart glasses sono degli occhiali che se indossati permettono al tecnico di mettersi in contatto con la base operativa, dove un altro tecnico specializzato può fornire contenuti e informazioni necessari per portare a buon fine l'intervento - ha spiegato - i droni invece sono dei dispositivi che ci permettono di raggiungere zone impervie, che altrimenti sarebbero difficoltose da raggiungere e sono molto utili in caso di soprallugohi, ispezioni e assistenza su antenne o ripetitori".Con questi droni, Ennova si prepara anche a supportare la gestione delle infrastrutture di rete 5G in Italia. La società, distribuita su tutto il territorio nazionale, è nata a Torino nel 2011, con 1200 dipendenti e oltre 4 milioni di interventi in tutta Italia: ha scelto l'Abruzzo per l'innovazione e l'avamposto tecnologico di Oricola è pronto a espandersi. Ancora Tiberi:"Da un paio di anni ci siamo posizionati a Oricola, con uno stabilimento importante di circa 6.500 metri quadri, attualmente abbiamo impiegati una settantina di risorse e puntiamo ancora a crescere di altrettante unità.