Tiscali.it
SEGUICI

Difesa, Gagliano (Smd): "Serve approccio multi-dominio, possibile solo con tecnologia"

di Adnkronos   
Difesa, Gagliano (Smd): 'Serve approccio multi-dominio, possibile solo con tecnologia'

Roma, 21 nov. (Adnkronos) - "Abbiamo visto in Ucraina e stiamo vedendo nel conflitto tra Hamas-Israele come ai tradizionali modi di interpretare il conflitto si siano aggiunti il dominio spazio e quello cibernetico. Serve un approccio multi-dominio: bisogna pianificare le operazioni e le azioni secondo un approccio che non può essere settoriale". Lo afferma Giovanni Gagliano, comandante del VI Reparto, Stato Maggiore della Difesa, al talk sul tema ‘Difesa digitale’ organizzato dall'Adnkronos in collaborazione con Sap Italia al Palazzo dell'Informazione.

"Questo è possibile farlo se si ha la padronanza dello spettro elettromagnetico ovvero della parte digitale, delle possibilità che la tecnologia oggi permette", continua.

Altro tema, sottolinea, è quello del personale: "La dimensione umana è fondamentale soprattutto nella dimensione cyber che ha bisogno di avere personale in grado di affrontare problematiche mai viste", aggiunge. "Come Difesa dobbiamo essere bravi ad attrarre queste capacità o a creare una forte sinergia tra Difesa e comparto industriale", conclude sottolineando quanto in Italia ma anche in altri Paesi c'è un problema di "carenza di personale".

"Il trend" degli investimenti in difesa digitale è "in crescita e nel futuro dovrà crescere ancora di più". "E' difficile fare un conto esaustivo - continua - per la parte della difesa nel 2019 si è speso intorno ai 190 mln di euro e si è passati nel 2023 a ben 300 mln di euro a cui sui aggiungono altri 45 mln di euro del Pnrr sul digitale e altri 49 mln di euro del Pnrr sul cyber"

di Adnkronos   

I più recenti

Incidente stradale nel Brindisino, due morti e un ferito
Incidente stradale nel Brindisino, due morti e un ferito
Due morti e due feriti gravi in incidente stradale in Calabria
Due morti e due feriti gravi in incidente stradale in Calabria
A Roma tutti col nastro arancione per Leone e i diritti degli animali
A Roma tutti col nastro arancione per Leone e i diritti degli animali
Studenti in piazza accendono fumogeni e intonano 'Bella Ciao'
Studenti in piazza accendono fumogeni e intonano 'Bella Ciao'

Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Carlo Di Cicco

Giornalista e scrittore, è stato vice direttore dell'Osservatore Romano sino al...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...