Tiscali.it
SEGUICI

Dieci morti a Sud di Lampedusa, si cercano ancora i 66 dispersi della tragedia di ieri. Almeno 26 sono bambini

Due dieversi incidenti in meno di 24 ore. Unhcr, Oim e Unicef contano almeno 800 morti quest'anno nel Mediterraneo: "Potenziare i soccorsi"

TiscaliNews   
L'imbarcazione semi affondata a largo della Calabria (Ansa)
L'imbarcazione semi affondata a largo della Calabria (Ansa)

Il mare è favorevole, ma le imbarcazioni fatiscenti si rivelano comunque delle tombe d'alto mare. L'ultima tragedia, avvenuta a Sud di Lampedusa, dice di 10 persone morte nel ponte inferiore di una imbarcazione. Dramma che ad aggiungersi a quello di ieri sera a largo delle coste calabresi, dove i morti sono almeno 66, compresi i dispersi. Di questi 26 sono bambini. La barca a vela era dotata di motore era partita otto giorni fa dalla Turchia. Durante la navigazione il propulsore ha preso fuoco e l'imbarcazione si è rovesciata. Il bilancio è drammatico, come raccontano i sopravvissuti.

Le nuove stragi all'indomani del G7 di Borgo Egnazia che ha lanciato una coalizione "per prevenire e contrastare il traffico di migranti", dicono che le strategie messe in campo per salvare le vite sono fallimentari. Unhcr, Oim e Unicef contano oltre 800 tra morti e dispersi quest'anno nel Mediterraneo centrale, una media di 5 al giorno e chiedono un potenziamento dei soccorsi.

La tragedia

E' stata una nave francese nella notte a lanciare un SOS dopo aver recuperato 12 persone che si trovavano su un veliero semiaffondato a circa 120 miglia dalle coste italiane, al limite delle aree Sar di competenza della Grecia e dell'Italia. La Guardia costiera italiana ha raccolto l'allarme ed inviato sul posto un aereo e due motovedette, una delle quali ha preso a bordo i superstiti e li ha portati a Roccella Ionica.

Una donna è morta durante le operazioni. Secondo i sopravvissuti, che riferiscono di 66 dispersi, il motore dell'imbarcazione, partita otto giorni prima dalla Turchia, si sarebbe incendiato, facendo rovesciare lo scafo. Iran, Siria e Iraq i Paesi di provenienza. Le ricerche in zona sono in corso con assetti della Guardia costiera e di Frontex. Un team di Medici senza frontiere sta offrendo assistenza psicologica ai migranti sbarcati. "La scena - raccontano - era straziante, davanti a noi persone traumatizzate, il dolore si toccava con mano".

La procura di Locri sta coordinando l'attività investigativa. In mattinata il secondo episodio, che ha riguardato un barchino di legno 8 metri partito dalla Libia e trovatosi in difficoltà in acque Sar maltesi dopo essersi allagato. La Nadir della ong ResQship è intervenuta in soccorso, ma 10 persone sono soffocate nel piano inferiore stipato. Per liberare due dei naufraghi, rimasti privi di sensi, i soccorritori hanno demolito parte del ponte a colpi di ascia. Alla fine in 54 sono stati recuperati dalla Nadir e portati poi a Lampedusa dalla Guardia costiera. I corpi sono rimasti sul barchino che la nave umanitaria ha trainato sull'isola Pelagia in tarda serata. l migranti - originari di Bangladesh, Pakistan, Egitto e Siria - hanno pagato circa 3.500 dollari per mettersi in viaggio.

Gli appelli delle Ong: frustrazione per gli appelli andati a vuoto

Secondo Unhcr, Oim e Unicef "questi ennesimi incidenti generano un senso di profonda frustrazione per i ripetuti appelli inascoltati a potenziare risorse e capacità per le operazioni di ricerca e soccorso in mare a supporto della Guardia costiera italiana. Ogni naufragio rappresenta un fallimento collettivo, un segno tangibile dell'incapacità degli Stati di proteggere le persone più vulnerabili". Anche Save the Children rinnova "l'invito alle istituzioni italiane ed europee ad un'assunzione di responsabilità affinché mettano al primo posto la vita delle persone in ogni decisione sulle politiche migratorie". Il presidente della Croce Rossa italiana, Rosario Valastro si dice "attonito davanti a quanto accaduto. Da questo triste momento tragga nuova forza la nostra Umanità". Per il Centro Astalli "serve un sussulto di umanità. Queste tragedie avvengono davanti ai nostri occhi. Eppure nulla si muove".

L'opposizione critica

Critiche arrivano poi dall'opposizione. "Le disumane politiche del governo italiano e dell'Ue - osserva il senatore Peppe De Cristofaro (Avs) - continuano ad uccidere. Dalla destra un approccio securitario al fenomeno migratorio ma, l'immigrazione non è un'emergenza, è un fenomeno che va gestito. Per prima cosa vanno fermate le morti in mare. Subito una missione europea di ricerca e soccorso in mare". Per Roberto Occhiuto, presidente della Regione Calabria, il naufragio è "un pugno nello stomaco. Quelle che stiamo vivendo sono ore di grande angoscia per tutta la regione. Ore che ci riportano alla mente il dramma immane che abbiamo vissuto a Cutro poco più di un anno fa". 

TiscaliNews   
I più recenti
Bambina di 5 anni annega nella piscina di un hotel
Bambina di 5 anni annega nella piscina di un hotel
Saviano contestato a Varese, 'lo prendo come un benvenuto'
Saviano contestato a Varese, 'lo prendo come un benvenuto'
Operaio Arif morto, tre indagati per omicidio colposo a Brindisi
Operaio Arif morto, tre indagati per omicidio colposo a Brindisi
Cade per dieci metri in un burrone in montagna, soccorsa
Cade per dieci metri in un burrone in montagna, soccorsa
Teleborsa
Le Rubriche

Alberto Flores d'Arcais

Giornalista. Nato a Roma l’11 Febbraio 1951, laureato in filosofia, ha iniziato...

Alessandro Spaventa

Accanto alla carriera da consulente e dirigente d’azienda ha sempre coltivato l...

Claudia Fusani

Vivo a Roma ma il cuore resta a Firenze dove sono nata, cresciuta e mi sono...

Claudio Cordova

31 anni, è fondatore e direttore del quotidiano online di Reggio Calabria Il...

Massimiliano Lussana

Nato a Bergamo 49 anni fa, studia e si laurea in diritto parlamentare a Milano...

Stefano Loffredo

Cagliaritano, laureato in Economia e commercio con Dottorato di ricerca in...

Antonella A. G. Loi

Giornalista per passione e professione. Comincio presto con tante collaborazioni...

Carlo Ferraioli

Mi sono sempre speso nella scrittura e nell'organizzazione di comunicati stampa...

Lidia Ginestra Giuffrida

Lidia Ginestra Giuffrida giornalista freelance, sono laureata in cooperazione...

Alice Bellante

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali alla LUISS Guido Carli...

Giuseppe Alberto Falci

Caltanissetta 1983, scrivo di politica per il Corriere della Sera e per il...

Michael Pontrelli

Giornalista professionista ha iniziato a lavorare nei nuovi media digitali nel...